Terremoto, a Napoli non esiste una mappa degli edifici a rischio

di Paolo Barbuto

2
  • 179
Hanno ragione gli inglesi: «the devil is in the details», il diavolo si nasconde dei dettagli, come quello che sta ben mimetizzato al rigo numero sedici della pagina numero tre del documento che approva il piano comunale di emergenza in caso di terremoto. Lì c’è scritto che il Comune di Napoli non ha la minima idea dello stato di salute dei palazzi della città e della possibilità che resistano a un terremoto, non sanno niente, nemmeno qualcosa di vago: nulla di nulla.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 13 Febbraio 2019, 23:00 - Ultimo aggiornamento: 14 Febbraio, 07:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-02-14 11:52:29
non c'è bisogni di nesuna mappa solo soldi sprecati per farli accaparrae da pochi sic..esperti, quandò sarà il momento "a sorpresa" si salvi chi può.
2019-02-14 12:54:50
Non esiste un amministrazione comunale volete che esista una mappa per gli edifici a rischio. Se se si salvi chi può.

QUICKMAP