Piervincenzi aggredito, due arresti nel quartiere ghetto: trovata droga in un pannolino

Piervincenzi aggredito, due arresti nel quartiere ghetto: trovata droga in un pannolino
ARTICOLI CORRELATI
di Alessandra Di Filippo

11
  • 30
La stretta su Rancitelli, quartiere degradato di Pescara, dopo l'aggressione di una settimana fa ai danni di una troupe di Rai2 e di Daniele Piervincenzi, non solo è iniziata, ma comincia a dare i suoi frutti. Sono finiti dritti in carcere Domenico Ciarelli e Carmine Bevilacqua, i due rom di 36 e 26 anni, sorpresi sabato mattina durante il blitz delle forze dell'ordine nel quartiere, a gettare dalla finestra dei loro appartamenti del Ferro di Cavallo droga.

Alla vista della polizia, avevano cercato di disfarsene. L'uno l'aveva nascosta dentro un pannolino, l'altro dentro un calzino. A Ciarelli erano stati sequestrati in tutto 124,7 grammi di eroina e 46,4 grammi di cocaina; a Bevilacqua 178,6 grammi di eroina, 22,3 di cocaina e 3,10 di metanfetamina. Entrambi erano stati posti ai domiciliari in attesa della direttissima, che si è svolta ieri mattina. Il giudice ha convalidato gli arresti, disponendo la carcerazione immediata.

Il loro avvocato, Luca Sarodi, ha chiesto i termini a difesa. Durante l'operazione di sabato, fra il Ferro di Cavallo e l'altro complesso noto come “Il Treno”, sono stati sequestrati più di 700 grammi di stupefacenti, oltre a munizioni. Le operazioni interforze continueranno. Quelli che erano servizi straordinari diventeranno ordinari a Rancitelli come nelle zone periferiche a rischio. E' quanto deciso nell'ultimo tavolo del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. Tavolo in cui è stata anche invitata l'amministrazione comunale insieme ad Ater e polizia municipale a produrre al più presto una lista degli alloggi occupati abusivamente così da intervenire su questa piaga. Il censimento è già iniziato e dai primi dati viene fuori che su 120 alloggi che vi sono al Ferro di Cavallo, tutti di proprietà dell'Ater, una ventina sono abitati da abusivi.

Il Comune ha invece sparsi per la città 780 immobili, dieci dei quali in una situazione che viene definita critica e tre con sfratti in corso. Sul fronte abusivi, a destare maggiore preoccupazione è via Rigopiano. Nelle palazzine all'angolo con via Passo della Portella, più del 50% di chi occupa gli alloggi è irregolare. Da tempo, lo va denunciando l'altra metà, quella onesta appunto che vi abita. Tre giorni fa, sono scesi nuovamente in strada per chiedere interventi di fronte a situazioni insostenibili. Abusivi che spacciano, delinquono e che addirittura occupano più appartamenti per poi affittarne alcuni e trarne così profitto.
 
Martedì 19 Febbraio 2019, 09:22 - Ultimo aggiornamento: 20 Febbraio, 07:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2019-02-19 11:28:25
Solo?Chi ha visto questo servizio(speriamo che molte istituzioni avevano gli "occhiali") dovrebbe SUBITO intervenire per "bonificare" questo luogo!
2019-02-19 12:24:01
Subito in galera questi animali
2019-02-19 14:26:18
Chissá quanti Scampia esistono in Italia, per presenza di cittadini rom e asociali, differenza tra Napoli/Scampia e altri luoghi ghettos, solo il dialetto.
2019-02-19 10:19:15
Salvini : ogni promessa e' un debito !!!!
2019-02-19 13:20:34
le indagini e i controlli li dovrebbero fare le forze dell'ordine, ripeto le forze dell'ordine i giornalisti, dopo , devono poi raccontare l'intervento

QUICKMAP