Bus dirottato a Milano, il papà del bambino che ha dato l'allarme: «Ora cittadinanza italiana per mio figlio»

ARTICOLI CORRELATI
14
  • 493
Vorrebbe la cittadinanza italiana per suo figlio il papà di Ramy, il 13enne che ieri, sul bus sequestrato dall'autista, è riuscito a dare l'allarme nascondendo il suo telefono e chiamando il 112. «Mio figlio ha fatto il suo dovere, sarebbe bello se ora ottenesse la cittadinanza italiana», dice Khalid Shehata.

Bus dirottato a Milano, caccia al video in cui l'autista Sy annunciava l'attentato
Bus dirottato, Rahmi eroe a 13 anni: «Ho nascosto il telefonino per dare l'allarme»

«Siamo egiziani, sono arrivato in Italia nel 2001, mio figlio è nato qui nel 2005 ma siamo ancora in attesa di un documento ufficiale. Vorremmo tanto restare in questo Paese. Quando ieri l'ho incontrato l'ho abbracciato forte».

 
 

 
Giovedì 21 Marzo 2019, 12:50 - Ultimo aggiornamento: 22 Marzo, 06:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2019-03-21 14:40:05
e' giusto che abbia la cittadinanza
2019-03-21 13:36:40
eh già anche queste pretese!!!!!!
2019-03-21 21:21:33
pretese?
2019-03-21 13:22:44
Salvini vuole togliere cittadinanza italiana all'autista, xchè immeritata, ma nessuna parola su chi, come il 13enne Samir straniero e sz cittadinanza, ha permesso l'intervento dei CC. Vi giuro che mi sforzo di giustificarlo, ma proprio non riesco a trovare spiegazioni per come ragiona e agisce.
2019-03-21 13:22:10
uno con un nome così non può essere italiano

QUICKMAP