Salerno, aereoporto c'è la svolta
c'è l'ok del ministero per il futuro

Sabato 20 Aprile 2019 di Diletta Turco
È un ok di massima che ha già il sapore del sì definitivo quello che, ieri mattina, è arrivato direttamente dagli uffici governativi. Destinatario: l'aeroporto di Salerno, e il rilascio della concessione definitiva al volo, documento basilare per consentire al Costa d'Amalfi di avere un futuro.

Gli uffici del ministero dell'Economia hanno dato parere positivo a tutto l'incartamento relativo all'aeroporto salernitano, restituendo il faldone al ministero delle Infrastrutture, che già tempo fa aveva analizzato positivamente le documentazioni fornite. Proprio lo scoglio del ministero dell'Economia era quello più delicato da superare, perché la valutazione ha riguardato la fattibilità economica non solo degli investimenti infrastrutturali (largamente supportati anche dalla Gesac) ma anche dell'operatività stessa dello scalo salernitano, e del suo futuro solido anche da un punto di vista finanziario.

La notizia del sì ministeriale è arrivata ieri mattina in Camera di Commercio, durante l'inaugurazione dello sportello lavoro. Ad annunciarlo, seppure ancora con i verbi al condizionale, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca: «Sono mesi che è in piedi una guerra - dice - ma pare che il ministero delle Finanze abbia mandato una lettera al Mit in cui comunica il suo parere favorevole». Tecnicamente, adesso, mancano solo le firme dei due ministri, Giovanni Tria per l'Economia e Danilo Toninelli per i Trasporti: con l'arrivo del decreto a doppia firma, Aeroporto di Salerno spa ed Enac potranno finalmente sottoscrivere la concessione definitiva al volo. Poi inizierà la fase due per lo sviluppo dello scalo.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA