Nestlè licenzia 4.000 dipendenti
negli Usa

Mercoledì 8 Maggio 2019
Nestlè licenzierà 4.000 dipendenti negli Stati Uniti sui 48.000 totali che impiega nelle sue strutture. Si tratta quindi di ben l'8,3% della forza lavora statunitense. La decisione è stata annunciata dalla stessa società  ad un evento con gli azionisti in Virginia ed è motivata dalla chiusura del servizio di consegna diretta ai negozi di pizza surgelata e gelati. I tagli scatteranno nel terzo trimestre e comporteranno un costo straordinario di 500 milioni di dollari. Le chiusure coinvolgeranno 230 strutture della rete. Per abbattere i costi, il colosso alimentare ha deciso di utilizzare solo i magazzini, un modello di distribuzione già utilizzato per i pasti surgelati e snack.
In Italia il gruppo Nestlé occupa circa 5.000 dipendenti tra la sede centrale di Milano e gli  11 stabilimenti distribuiti su tutto il territorio nazionale. Le principali aree di mercato nelle quali opera comprendono i prodotti dolciari e i gelati, i prodotti culinari, i preparati per bevande, i prodotti a base di latte e destinati alla prima infanzia, i prodotti per la nutrizione clinica e quelli PetCare. Fanno parte del gruppo i marchi Buitoni, Perugina, Gelati Motta, Antica Gelateria del Corso e La Valle degli Orti, Sanpellegrino.


  Ultimo aggiornamento: 15:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA