Favola sulla diversità, ecco il Dragoncello speciale

Venerdì 31 Maggio 2019 di Emanuela Sorrentino
Tra folletti, gnomi e draghi, ecco una favola sulla diversità e sul valore della propria unicità, protagonista un draghetto sputa- acqua.

“Moltissimi anni fa esisteva un regno incantato chiamato Dragonia…”. E’ questo l’inizio del nuovo libro di Federica Bernardo dal titolo “Dragoncello e il suo dono speciale”, edito da Leima con illustrazioni di Chiara Buccheri. La favola verrà presenta

Un appuntamento costruito a misura per i bambini che ascolteranno la storia e faranno merenda insieme all’autrice. Ad intervenire anche la docente Adriana Pinto e il piccolo Raffaele Bernardo di 8 anni che commenterà il libro a lui ispirato.​ Federica Bernardo, dopo “Momenti di insopprimibile fastidio” edito da Feltrinelli e “I Miti greci. Gli dei e gli eroi della Grecia antica” edito da DeAgostini, affronta con delicatezza e ironia i temi del pregiudizio, del superamento delle barriere e della diversità. “Il salto è stato naturale, dai miti greci a questa favola, perché l'idea stessa della favola mi è comparsa davanti agli occhi naturalmente. Osservavo mio nipote Raffaele giocare. Lui è un bambino che ama l'arte, la recitazione, la danza. Pensai, se fosse un drago sputerebbe acqua! Perché lo vedevo crescere diverso dai bambini della sua età, quasi in contrasto. Poi ho ragionato sul tema e ho sviluppato una trama che potesse affrontarlo in modo da incoraggiare tutti i bambini che a loro modo sono speciali e possono vivere lungo la crescita, la difficoltà di non essere compresi. Chiaramente la maternità ha inciso a spostare il focus da "cosa leggerebbero gli adulti" a cosa vorrei che leggesse mia figlia. Per cui per adesso sto lavorando a progetti per i più piccoli”, ha spiegato l’autrice.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA