Maturità, Luigi Bartali: «Orgoglioso che ancora si ricordi la figura di mio padre»

Mercoledì 19 Giugno 2019

«Sono fiero e orgoglioso che a molti anni dalla morte ancora si ricordi la figura di mio padre: ha fatto molto per l'Italia. Non andava a raccontare le sue imprese e le sue gesta personali perché era un uomo semplice e umile. Sulla vita privata era taciturno, parlava solo di ciclismo e di sport in pubblico». Lo dice Luigi Bartali, figlio di Gino Bartali, commentando la traccia di maturità su suo padre. Per Bartali, «mio padre è stato un esempio: era una persona corretta nello sport, oggi cosa rara, e nella vita. I giovani dovrebbero capire il personaggio e il periodo in cui è vissuto e trarre dai suoi comportamenti esempi propri».

LEGGI ANCHE.....> Maturità, gli studenti romani: «Soddisfatti ma temiamo l'orale»

Ultimo aggiornamento: 17:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA