Melanie Gaydos, la modella che sfida la moda: calva, quasi cieca e senza denti

Lunedì 14 Settembre 2015 di Antonio Bonanata
Melanie Gaydos
Melanie Gaydos ha 27 anni e fa la modella. Alzi la mano chi fatica a crederlo. Forse perché si è ancora prigionieri dell’idea per cui chi sfila in passerella dev’essere magrissima e bellissima, uno stereotipo duro a morire.



Dopo anni di dibattiti sull’anoressia elevata a canone estetico, abbiamo cominciato ad assistere a qualche cambio di mentalità: il recente fenomeno delle modelle curvy è soltanto una delle manifestazioni di come il mondo della moda si stia aprendo a nuove sollecitazioni.



Il caso di Melanie, in tal senso, è sintomatico. Ha cominciato a fare questo lavoro un po’ per caso, rispondendo a un annuncio su Craiglist per “persone uniche” da coinvolgere in un progetto per fotografi di moda. All’epoca era ancora una studentessa di arte a New York. Poi, spinta dal suo fidanzato a farlo “per gioco”, ha accettato la sfida. E si può dire che l’abbia vinta, se uno dei più celebri fotografi di moda del mondo, lo spagnolo Eugenio Recuenco, le ha fatto diversi scatti, oltre ad averla scelta per il video di una canzone del gruppo metal Rammstein.



«Ho scoperto di essere molto più a mio agio così come sono, senza alcun miglioramento. Forse qualcuno potrà pensare che io sia incompleta, ma ciò succede solo perché gli altri hanno i denti o sanno cosa questo significa e non riescono a capire o a immaginarsi com’è non averli. Davvero, non mi crea problemi essere senza denti. Perché non li ho mai avuti».



Quello della dentatura è solo uno dei disagi fisici di Melanie, affetta da displasia ectodermica, un insieme di sindromi derivanti da gravi malformazioni epidermiche, visibili sui pori, sulle gengive, sulle unghie e nella forma assunta da piccole ossa. Come se non bastasse, soffre di alopecia congenita, che l’ha resa completamente calva, ed è in parte cieca a causa di ciglia eccessivamente cresciute, che quando era bambina le hanno compromesso gli occhi.

Melanie ha raccontato di essere stata trattata come una malata o un untore: la gente si lasciava intimorire dal suo aspetto.



A 26 anni si è fatta applicare tre impianti dentali e la prima serie di protesi dopo essere apparsa nel reality The doctors. Dopo otto mesi le ha tolte, rifiutandosi di applicarle ancora. «È stato un procedimento lungo e complicato, sia dal punto di vista medico-fisico che psicologico. La ragione fondamentale è che alla mia età mi sento più a mio agio mangiando come ho fatto sinora (e vi assicuro che mangio molto). Le protesi rappresentavano un ostacolo per me più che un aiuto».



Oggi Melanie appartiene di diritto a quel numero crescente di modelle che stanno sfidando (cambiandolo) il mondo della moda e vanta, tra le sue supporters, anche Miley Cyrus. Il riscontro iniziale, avuto sui social e in rete, di fronte alle foto che la ritraevano è stato di sorpresa e incomprensione: «I più sono rimasti senza parole» racconta l’indossatrice. Il suo successo nel mondo della moda promette di cambiare l’industria dal di dentro, ma lei stessa avverte che – nonostante stia diventando una realtà più inclusiva – è pur sempre un processo lento. «Non ci sono ancora abbastanza persone “insolite” che lottano per apparire in qualsiasi spot o posizione».



È un dato di fatto, comunque, che la sua carriera abbia già avuto un grandioso impatto positivo sulla percezione di sé: «Senza dubbio sono diventata molto più sicura di me stessa. Ho smesso di indossare parrucche e ho cominciato a fare la modella. In un certo senso, mi sforzavo di scoprire me stessa e di iniziare ad essere più a mio agio con la mia indole e la mia personalità. Tutto questo processo mi ha aiutata a diventare più sicura, più forte e più felice». Ultimo aggiornamento: 17:02