CORONAVIRUS

​Rosanna Marziale: chiacchiere dal sofà e consigli anti-noia​: «Io resto a casa»

Venerdì 20 Marzo 2020 di Salvio Parisi
​Rosanna Marziale: chiacchiere dal sofà e consigli «anti noia» ​​
#iorestoacasa
Siamo e restiamo tutti a casa: allora braccia e neuroni in moto per le più disparate iniziative, prevedibili o bizzarre, rilassate o iperboliche, casalinghe o piacevolmente oziose.
In una breve intervista dai toni cordiali e rilassati incontriamo artisti, autori o professionisti eminenti, che in questi giorni diventano casalinghi instancabili o cultori del divano, conciliati come ognuno di noi tra le mura domestiche.
 
Telefonata «da sofà a sofà» e il terzo personaggio di questa neo-rubrica è la chef Rosanna Marziale, tra le più autorevoli e interessanti quote rosa dell’alta ristorazione italiana, d’istanza a Caserta dove per i suoi creativi virtuosismi al ristorante Le Colonne e la Tenuta San Bartolomeo è stata insignita da Michelin con una stella e da Mattel con una Barbie.
 
 

 Allora Rosanna, 
Tu non sei solo una brillante cuoca, autrice di piatti ormai iconici come Ovomozzo o la Pizza al contrario e ambasciatrice nel mondo della mozzarella di bufala campana Dop, ma anche un popolare volto tv e una donna multimediale incredibilmente social (con quasi 50mila followes Instagram).

 
In questi giorni di “isolamento connesso” (come l’ha definito Rosario Pellecchia, il conduttore radio-tv che ha aperto questa rubrica) tu non ti sei mai allontanata troppo dai fornelli sia per passione, per coerenza ed etica, sia per dedizione ai tuoi affezionati: con l’hashtag #iocucinoacasa contribuisci nel live cooking di ricette quotidiane al rispetto del decreto Coronavirus.
Ho interrotto l’attività in ristorante prima della chiusura ingiunta dal decreto: mi è sembrato doveroso per il personale e coerente per il momento d’allarme: oggi resto quotidianamente “a lavoro”, controllando costantemente la posta elettronica e confrontandomi con gli uffici legale e commerciale.
 
Ma fuori da ciò che fa ordinariamente parte del tuo ambito professionale, raccontaci un po’ di dettagli o curiosità del tuo #iorestoacasa.
Di fatto ho deciso di scadenzarmi la giornata, scegliendo un orario per ogni cosa fin dalla sveglia di buon mattino, quando mi appronto di tutto punto (proprio per fugare ogni forma di pigrizia): un tempo per i mestieri di casa, uno per gli impegni, il passatempo e persino l’ozio, rigorosamente relegato solo al divano dopo cena.
 
Tra le cose che non facevi da tempo o non hai mai fatto quali occupano inaspettatamente la tua giornata?
Ebbene, ho ripreso la ginnastica e la lettura: non mi sarei mai sognata di riuscirci, tanto poco era il mio tempo libero, senza levatacce o impegni lavorativi tiratardi. In queste settimane alterno home-fitness e romanzi o racconti mai terminati.
E poi sono anche sorpresa d’aver ritrovato una cura del tutto atavica per le mie piante: un inaspettato pollice verde che per quanto poco esercitato mi entusiasma parecchio e mi ci dedico quasi ossessivamente!
 
Cosa per interesse o per hobby?
Dipingere! Non so disegnare ma amo la pittura astratta: conto di trovare spazio per questa cosa e intanto… inizio con un nuovo tavolo che intendo trasformare e cambiare di colore!
 
Chi chiami più spesso al telefono?
A parte la famiglia vicina qui a Caserta, sento assai spesso mia sorella Laura che vive col compagno e un bambino di un anno a Londra, dove Boris Johnson pare aver finalmente capito quali misure adottare.
 
La persona che meno pensavi di risentire e invece…?
…Sì sì, in questi giorni ho risentito un vecchio amico dalla Germania e un’amica canadese con cui c’eravamo un po’ persi ma per quest’emergenza si sono preoccupati di cercarmi, richiamarmi ed è stata una gran gioia reciproca!  
 
Partecipi ai flashmob dal balcone?
No, confesso di no! Io adoro cantare e tanto: ma lo associo ai momenti di felicità e di allegria, quindi in questi giorni di ansia, di tensione ancora non riesco a rilassarmi e provare a sfogare cantando…
 
Ma se proprio dovessi, quale pezzo canteresti al balcone dalla tua playlist della memoria?
Forse per esorcizzare urlerei vincerò, vincerò dal “Nessun dorma”.
 
C’è nell’aria un movimento virtuoso, le persone sono più rilassate e meno propense a condividere messaggi d’odio: questa “unità” d’Italia 3.0 ti sorprende, ti interroga o ti commuove?
Sono assolutamente emozionata, commossa: in questo momento il web non si muove più contro il Governo, contro Salvini, contro la sinistra e la destra o contro i migranti, in questo momento siamo tutti contro il Coronavirus.
 
Dai un voto o un ordine di attitudine e preferenza:
tutorial di: canto & musica, wellness & beauty, taglio & cucito, poesia & scrittura creativa, lingue…  >  10
home-fitness: yoga, cyclette, ginnastica domestica  >  9
pollice verde in giardino o sul balcone  >  9
disegno o pittura  >  8
bricolage e lettura  >  7
tv & web  >  5
 
Viaggiare con l’anima, evadere o esprimere, immaginare o liberarsi: si può fare tra quattro mura?
Si, certo: siamo tutti un po’ creativi e sognatori! Ma non vorrei che questo ci distolga dal voler superare e vincere questo disagio quasi paradossale e uscire fuori dalle mura di casa, tornare alla vita vera, per strada, nel mondo, la natura, le città…
 
E per concludere un tuo suggerimento «anti-noia» all’Italia recettiva e creativa, quello che senza limiti o senza veli ritieni di dare a tutti: dentro o fuori il tuo know-how professionale o le tue abitudini e curiosità.
…Bhè, io ritengo e ribadisco che riuscendo a “scomporre” razionalmente la giornata con dei timing ben alternati e organizzati, davvero non si avrà il tempo di annoiarsi: provare per credere! Ultimo aggiornamento: 11:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA