CORONAVIRUS

Coronavirus, al via la campagna «Libera puoi»: attori e cantanti in aiuto delle donne vittime di violenza domestica

Mercoledì 25 Marzo 2020
Al via la nuova campagna social “Libera puoi”, promossa dal Dipartimento per le Pari opportunità a sostegno delle donne vittime di violenza durante l'emergenza Covid19. Lo spot è stato realizzato grazie al contributo di diversi artisti: Caterina Caselli, Paola Cortellesi, Marco D’Amore, Anna Foglietta, Fiorella Mannoia, Emma Marrone, Vittoria Puccini, Giuliano Sangiorgi, Paola Turci, che hanno risposto all’invito della ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, a diffondere il messaggio che anche durante l’emergenza da coronavirus è possibile sottrarsi alla violenza e chiedere aiuto rivolgendosi al numero 1522.
«Rispettare le regole imposte per il coronavirus, restare a casa», raccomanda Emma. «Ma sappiamo che per molte donne la casa non è il luogo della sicurezza», dice Paola Turci. «Anche in questi giorni di emrgenza non sei sola. Le case rifugio e i centri antiviolenza sono aperti per non farti perdere la speranza», ricorda Fiorenza Mannoia.

#Mascherina 1522, il nome in codice in Italia per denunciare la violenza

Appello senatrice Valente alle donne: «non vi scoraggiate e denunciate le violenze domestiche»

Gratis la App che difende le donne da violenze e stalker per il periodo della quarantena

«Soprattutto in queste ore le donne devono sapere che non sono sole, che le istituzioni ci sono e c’è una comunità intera ad aiutarle – spiega Bonetti - La rete antiviolenza è rimasta attiva 24 ore su 24, per garantire sempre, a ciascuna donna, una via d’uscita. Si può uscire di casa, la porta per uscire dalla violenza è e rimarrà sempre aperta. Non ci stancheremo di ripeterlo». Dalla ministra il ringraziamento agli artisti che “hanno reso possibile questo nuovo appello e che dall’inizio dell’emergenza hanno condiviso la nostra preoccupazione per la situazione di tante donne costrette in questi giorni di isolamento a rimanere in casa accanto a chi le maltratta e aggredisce”.










 
  Ultimo aggiornamento: 18:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA