Paganese in attesa, il ds Accardi:
«La Figc ha preso tempo»

Saturday 23 May 2020 di Danilo Sorrentino
La Paganese è una delle 52 società di Serie C che ha condiviso la decisione della Lega Pro, poi bocciata dal Consiglio Federale, di fermare definitivamente il campionato. Dopo la decisione della Figc di attendere ulteriormente, anche il club azzurrostellato è in attesa, sebbene i calciatori e lo staff tecnico continuino a trascorrere questa "fase 2" presso le loro abitazioni. Quanto emerso dal Consiglio Federale di metà settimana non ha sorpreso più di tanto il direttore sportivo della Paganese, Guglielmo Accardi: «La linea di Gravina la conoscevamo, sapevamo che avrebbe manifestato l'intenzione provare a portare a termine i campionati per quello che è il loro percorso naturale. Ci sono società forti politicamente che premevano affinchè il campionato non venisse sospeso definitivamente. La montagna ha partorito il topolino: non si è fatto altro che spostare avanti decisioni che la Figc prenderà dopo l'incontro con il Governo della settimana prossima. Si spera di avere l'ok per far ripartire la Serie A, per B e C si capirà successivamente cosa fare. Non credo che in così poco tempo possa cambiare il protocollo. In questi termini, la Serie C non può ripartire, è un'opinione comune da parte della maggior parte dei club». 

L'ipotesi più accreditata al momento, per la terza serie, resta la disputa di spareggi per decidere promozioni e retrocessioni. Playoff e playout dai quali la Paganese sarebbe esclusa, potendo pensare già alla prossima stagione: «Si guarda ad un'ipotetica chiusura dei campionati in maniera anomala - ammette Accardi - le parole di Gravina da questo punto di vista credo che siano chiare. Ma se si dovesse tornare a giocare tutti, a me piacerebbe alzare l'asticella, provando ad entrare nella lotta per i playoff».   © RIPRODUZIONE RISERVATA