Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Global Compact Onu: «Graded» consegna
il suo primo «Communication on Progress»

Venerdì 10 Giugno 2022
Global Compact Onu: «Graded» consegna il suo primo «Communication on Progress»

Diritti umani, standard lavorativi, tutela dell’ambiente e rating di legalità: «Graded», azienda napoletana attiva nel settore delle energie rinnovabili, ha consegnato ieri alle Nazioni Unite il suo primo «CoP- Communication on Progress». Si tratta di una comunicazione pubblica sulle azioni messe in campo dall’azienda nel corso dell’anno per integrare - all’interno della propria strategia - i dieci principi del Global Compact delle Nazioni Unite, organismo internazionale al quale Graded ha aderito nel marzo del 2021, contribuendo al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile previsti dall’Agenda 2030.

Le azioni portate avanti dalla società di Vito Grassi sono articolate nei quattro settori chiave indicati dal Global Compact: si va dagli impegni sul fronte del welfare aziendale ai sistemi per la tutela della salute e della sicurezza sul lavoro. E ancora: sono elencati gli interventi attuati per raggiungere l'obiettivo di riduzione dell'impatto ambientale, dalle certificazioni di qualità al monitoraggio della riduzione dei gas serra e degli alberi «risparmiati», grazie alla realizzazione di nuovi impianti rinnovabili e di produzione energia ad alta efficienza, dall’impegno nei progetti di ricerca e sviluppo con partner del settore pubblico e privato finalizzati a individuare soluzioni tecnologiche sempre più sostenibili alla partecipazione attiva a organismi internazionali del calibro di Irena l'Agenzia per le energie rinnovabili impegnata in prima linea nella transizione energetica.

Infine, ma non per importanza, nel «CoP» ci sono gli impegni pubblici e gli obiettivi aziendali sul fronte della salvaguardia dei presidi di legalità: dall’iscrizione alla «White list» della Prefettura di Napoli tra le società trasparenti e antimafia al rating di legalità, raggiunto dal 2016 con un punteggio massimo di 3/3, fino al monitoraggio delle frodi informatiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA