Hackathon San Giovanni Digitale,
così il quartiere cambia volto

di Rossella Grasso

Alle 9 del mattino è iniziato il count down con un calcio a un pallone. Missione della giornata: creare un videogioco che racconti San Giovanni a Teduccio, così come lo vorrebbero i ragazzi che ci vivono. È l'Hackathon «San Giovanni Digitale» che per l'intera giornata vedrà protagonisti i ragazzi di San Giovanni e gli studenti della Digita Academy nella sede della Federico II. L'evento si svolge in collaborazione con la Fondazione Famiglia di Maria. I gruppi di lavoro hanno solo 8 ore di tempo per realizzare il manufatto digitale aventi come oggetto San Giovanni a Teduccio, i suoi luoghi e le sue storie. 

Countdown per la conclusione dei lavori alle 17. Subito dopo, dalle 17.30, nel corso di un incontro aperto anche alla cittadinanza, i gruppi presenteranno al pubblico e a una giuria i progetti realizzati durante l'Hackathon. La giuria, alla quale parteciperanno anche i «The Jackal», esprimerà le proprie preferenze al termine delle presentazioni stilando la classifica finale per l'assegnazione dei riconoscimenti. Ciascun gruppo vincerà dei device tecnologici, offerti attraverso la Digita Academy dalla Fondazione Deloitte e da Q8, che serviranno alla realizzazione, presso la Fondazione Famiglia di Maria, del Digital Studio all'interno del quale verranno attivati corsi di coding per i ragazzi del quartiere.
 

San Giovanni Digitale è l'occasione per aprire nuovamente le porte della Digita Academy al quartiere di San Giovanni a Teduccio e alla città tutta, diffondere i principi del coding e del digitale ai ragazzi del territorio e nell'immediato, offrire loro un'esperienza creativa e dare vita ad un'aula informatica attrezzata, un Digital Studio, all'interno della Fondazione Famiglia di Maria. «Per i nostri ragazzi è un'opportunità davvero importante - dicono i coordinatori della Fondazione Famiglia di Maria - A San Giovanni spesso i ragazzi abbandonano gli studi dopo la terza media. Oggi hanno la possibilità di toccare con mano le nuove tecnologie e scoprire il mondo dell'Università».
Venerdì 15 Marzo 2019, 11:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA