Riapre la Digita Academy a Napoli
e gli ex studenti: «Già lavoriamo»

Lunedì 29 Ottobre 2018 di Ilenia De Rosa
Inaugurazione Digita

Comincia il nuovo anno della «Digita Academy» (Digital transformation and industry innovation academy). Cinquanta studenti, due semestri, alta formazione in tecnologie digitali. Al polo universitario della Federico II di San Giovanni a Teduccio tutto è pronto. Ad inaugurare il nuovo corso nella sede dell’academy, il direttore scientifico Antonio Pescapè, il presidente dell'Unione Industriali Napoli, Vito Grassi, il presidente Confartigianato Napoli, Enrico Inferrera, insieme ad Alessandro Lizzi, Partner Deloitte Digital. «Ripartiamo con un gruppo di nuovi studenti, in cui la presenza femminile è del 50 percento, risultato importante per le aree tecnologiche - spiega il direttore scientifico Antonio Pescapè - Gli alunni provengono soprattutto dal settore dell'ingegneria gestionale, industriale ed economia. Una piccola parte dal ramo umanistico, giuridico e dal settore delle tecnologie della salute. Un platea eterogenea con un obiettivo comune: diventare esperti in traformazione digitale». 
 


Sulla dinamica delle imprese di oggi si sofferma Vito Grassi. «Oggi la creatività deve stare al primo posto - sottolinea il presidente dell'Unione Industriali Napoli - Ovviamente va accoppiata alla capacità di gestione, alla propensione al rischio e alla soddisfazione del proprio grado di libertà». Gran parte di coloro che hanno partecipato alla prima edizione della Digita Academy oggi ha già un lavoro. «Lavoro in Deloitte consulting - racconta Marianna Rosania - e subito dopo l'accademy ho ricevuto varie proposte di lavoro. L'academy mi ha consentito di specializzarmi. Anche se sono salernitana studiavo a Roma e, per seguire il corso, ho scelto di tornare nella mia terra. Credo che la Campania possa offrire molto, ma occorre specializzarsi».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA