NAStartUp accelera il Comune
di Napoli con l'Hacking Civico

Venerdì 17 Maggio 2019
Blockchain, Smart Cities, Industry 4.0, Health App SalvaVita e FoodTech sul Rocket del NAStartUpDay. La palestra delle startup, riunita nella nuova sede Slash Plus a via Gemito 20, ha promosso nuove forme d’innovazione social e sociale.

App che insegnano la manovre salvavita, tecnologie open source che aiutano le aziende a digitalizzarsi e la presentazione della blockchain promossa dal Comune di Napoli. Sono tante le novità presentate all’evento Rel053 di NAStartUp, la palestra dell’innovazione che da Napoli che collega e mette insieme startupper, investitori, e professionisti, appassionati di hitech in iperconnessione europea. Ecco tutto quello che è successo sul palco della community guidata da Antonio Prigiobbo.

Tra gli startupper che hanno raccontato le loro idee c’è Raffaele Troiano, che con la sua Emergency Training, ha dato vita alla prima app che aiuta gli utenti a esercitarsi sulle manovre salvavita (come la celebre manovra di Heimlick).

Roberto Sieyes, invece, ha presentato la sua Disense, una startup che favorisce la trasformazione digitale delle PMI, mettendo a disposizione progetti industriali 4.0 open source.

Migliorare la qualità del pronto intervento nel caso di guasti tecnici, è la missione di Raffaele Ruggiero, che con la sua Archimedia, ha creato un’app che, grazie a un meccanismo di reputation, mette in contatto i clienti con i migliori professionisti (idraulici, elettricisti ecc.).

Tra le innovazioni del mese, c’è spazio anche per l’idea di Luigi Sena, che con la sua Corfetto, prova ad innovare il mercato dei confetti, creando un primo confetto a forma di cornetto, il tradizionale talismano portafortuna, tipico della tradizione napoletana.

Nello spazio dedicato alle istituzioni, il progettista Felice Balsamo del Comune di Napoli, ha presentato la blockchain che sarà sperimentata nella città metropolitana. Si tratta di un sistema che permetterà a tutti i cittadini di guadagnare token(monete virtuali) facendo azioni civiche e di poter poi spenderli presso le attività commerciali partner dell’iniziativa. Balsamo ha anche lanciato l’evento del 12 giugno che vedrà la presentazione della tecnologia all’Ordine dei Commercialisti in Piazza De Martiri, 30.

Lo spazio “social” ha visto come protagonista Cristiano Luchini, che ha presentato il suo progetto Napoli Fashion On The Road, un’idea che prova a creare commistioni tra la tradizionale napoletana e quella dei Paesi mediterranei, attraverso dei reportage fotografici nei quali la promozione della città si accompagna a quella di prodotti tipici delle aziende che decidono di aderire all’iniziativa.

Come nasce l’innovazione al Sud? Antonio Prigiobbo non ha dubbi e sottolinea l’importanza della parola contaminazione: «Il modello di Nastartup continua a funzionare negli anni perché ha sempre puntato a mettere insieme attori diversi, senza chiudersi solo su alcune categorie sociali. Innovazione significa partecipazione e solo contaminando saperi appartenenti a campi diversi è possibile creare prodotti e progetti (commerciali o sociali) che migliorano la vita delle persone».

Le startup sono state premiate grazie a uno dei partner dell'iniziativa, Ivan Dama CEO di IdeaSolution srl. In attesa del prossimo appuntamento mensile, la community ha pianificato un ricco calendario di incontri con i coordinatori, tra cui Susanna Sanseverino: la #StartupSospesa sviluppata con il SUGC (Sindacato Unitario Giornalisti della Campania), il Workshop con l’Accademia di Belle Arti (sviluppata con il Prof. Mario Punzo), Il Business Start che mira alla creazione di un acceleratore a Ariano Irpino con l'aiuto di imprenditori del territorio, come Giovanni Marinaccio di Sintesi Sud. Per tenersi aggiornati su altre iniziative, basta collegarsi ai social della community.

NaStartUp è un Acceleratore d’Ecosistema, un appuntamento periodico (mensile e gratuito) e una community che senza scopo di lucro che e dal basso, punta a far nascere, crescere e accelerare le innovazioni, le startup e i talenti Made in Naples.

È supportato dal founder e driver Antonio Prigiobbo, Innovation Designer/Autore, con la vice Susanna Sanseverino e gli Advisor Vincenzo Langella, Ginevra del Vecchio, Michele e Andrea Turco, Alessandra Iovine e Antonio Gison.

NAStartUpDay è un format di partecipazione, sviluppato in filiera, dalla community stessa, composta dai professionisti e dalle imprese che facilitano e accelerano la diffusione dell’economia delle startup e dell’Innovazione. La partecipazione è completamente gratuita. Le attività sono autoprodotte senza fini di lucro.

Tutte le attività sono gratuite grazie agli sponsor e partner che sostengono il programma l’accelerazione open e gratuita per tutti: Sintesi Sud eIdeaSolutions e i partner iPins, BeGraphic.it, Lenus Media, Santa Chiara Boutique Hotel, HotelBrand, sartoria DA Napoli, LAb46, NowTech, Sticky Factory, Alilauro, Edelandia. © RIPRODUZIONE RISERVATA