Worldz, il software che ti fa influencer
tanti sconti in cambio di un post

di Rossella Grasso

Il mondo pullula di perfetti sconosciuti che grazie ai social e a YouTube dal nulla hanno raggiunto la popolarità su scala globale, arrivando anche a uscire dal web. Per questi personaggi la popolarità si è tramutata in business per il semplice motivo che più post e video fanno, più le persone li leggono e vedono e più sono viatico di preziosa pubblicità molto appetibile per marchi e brand a tutti i livelli. È la dura legge dell'influencer. Joshua Priore, napoletano di 26 anni, affascinato da questo meccanismo si è chiesto cosa avessero di speciale questi volti divenuti noti e la risposta è assolutamente nulla. Tutti possono essere influencer e guadagnare sfruttando la propria popolarità social. Nasce così Worldz, un software che può misurare la popolarità di un profilo social e monetizzarla.

«Il nostro software ottimizza il traffico su un sito web e lo migliora - spiega Joshua Priore - Tramite un algoritmo riusciamo a comprendere qual è il valore economico di un post realizzato da un utente di Facebook. Quest'ultimo può loggarsi sul nostro sito attraverso gli store e i siti web nostri clienti, scoprono qual è il loro valore e possono usarlo come sconto per acquistare merce da quel sito. In cambio l'utente dovrà soltanto postare una foto su Facebook con il prodotto e il link al sito». Una semplice operazione che porta traffico qualificato al sito, in altre parole affari. Tutti possono aderire all'iniziativa e diventare influencer, non c'è bisogno di essere Chiara Ferragni. Basta andare sul sito di Worldz, cliccare sul tasto accedi e poi scoprire quanto vale la propria popolarità. È proprio questa l'innovazione che porta al marketing: riuscire a capire quanto vale il profilo di un utente qualunque. «Non si tratta di un analisi quantitativa rispetto al numero dei follower e dei like ma qualitativa - spiega il fondatore di Worldz - Riusciamo a capire infatti che tipo di utente interagisce con quei contenuti, quanto utilizzo si fa di Facebook e una serie di informazioni che l'algoritmo intercetta».

Il software ideato dal team di Worldz riconosce i comportamenti dell'utente mentre naviga su un sito, ad esempio di un brand. Quando vede che è perplesso e sta per abbandonare la navigazione un banner gli propone di diventare brand ambassador sul proprio profilo Facebook in cambio di uno sconto sul prodotto che stava vagliando. «Un utente medio vale intorno ai 10 euro - spiega Joshua - ma ci sono alcuni che arrivano a superare i 100 euro. Ma si tratta di una popolarità dinamica, non statica, che varia di ora in ora, a seconda delle interazioni nel periodo preso in considerazione». 

L'idea l'ha avuta Joshua nel 2015 e mette insieme una squadra di giovani napoletani, a partire dai due fondatori, che lavorano sparsi in tutta Italia. «Ho fatto l'Accademia Aeronautica e mentre ero lì per un lungo periodo non ho potuto usare il cellulare - racconta - Quando sono uscito dall'Accademia ho scoperto il boom dei social, il valore di like e commenti. Quindi mi sono chiesto: non c'è modo per monetizzare questo valore social? Così mi è venuta l'idea. Da lì abbiamo messo su una società composta da 13 persone intorno ai 27 anni e abbiamo già ottenuto diversi finanziamenti, tra cui un venture capitalist francese. Siamo in partnership con diverse agenzie tra Milano e Napoli e adesso abbiamo lanciato una campagna di equity crowdfounding». Praticamente il team di Worldz ha emesso delle quote di partecipazione sul web per allargare i soci. «Un'opportunità win-win per diventare nostri soci con l'acquisto di quote della nostra società e contribuire allo sviluppo e alla crescita del software». Joshua per realizzare la sua idea si è trasferito a Milano ma un buon gruppo di sviluppatori risiede ancora a Napoli. La sua idea ha riscosso talemente tanto successo da essere iscritto da Forbes Italia nella lista dei 30 under 30 che stanno rivoluzionando il mondo.
Martedì 6 Marzo 2018, 19:44 - Ultimo aggiornamento: 06-03-2018 19:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti