Danno fuoco a una donna malata di Alzheimer davanti alla gelateria di Pupo: caccia alla baby gang

Danno fuoco a una donna malata di Alzheimer davanti alla gelateria di Pupo: caccia alla baby gang
ARTICOLI CORRELATI
0
  • 2465
Una donna di 57 anni malata di Alzheimer è stata aggredita a Ponticino, vicino Arezzo, vicino alla gelateria del cantante Pupo. Un gruppo di giovani ha dato fuoco alla donna disabile che è riuscita a mettersi in salvo grazie al rapido intervento del marito vicino alla gelateria «Gelato al cioccolato». Le fiamme sono state appiccate alla camicetta di una signora di 57 anni, subito soccorsa e salvata dal marito. Il cantante e showman Enzo Ghinazzi, in arte Pupo, ha espresso solidarietà alla vittima dell'episodio e ai suoi familiari.

Aggressione omofoba, botte ai ragazzi che passeggiano mano nella mano

La coppia, riferisce la cronaca del «Corriere di Arezzo», si trovava in via Nazionale, nel paese di Ponticino, che ha dato i natali a Pupo. Arrivati nei pressi della gelateria, c'era un gruppo di giovani - ha raccontato il marito al quotidiano locali - e, passati accanto a loro, la donna si è vista le fiamme addosso. Il marito le ha spento il fuoco, bruciandosi un pò le mani. Un fatto inqualificabile, per fortuna senza gravi conseguenze, anche se il marito della 57enne ha presentato denuncia ai carabinieri per lesioni dolose. «Sono miei amici, famiglia esemplare - ha detto Pupo - speriamo che il responsabile sia identificato e capisca la gravità del suo gesto».
Mercoledì 26 Giugno 2019, 13:17 - Ultimo aggiornamento: 26-06-2019 15:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP