Strage di ragazzi in tre incidenti, sei morti sulle strade del Sud

Strage di ragazzi in tre incidenti, sei morti sulle strade del Sud
ARTICOLI CORRELATI
di Cristina Pede

  • 12
Strade macchiate di sangue nel primo weekend di primavera: il bilancio di tre diversi incidenti stradali avvenuti tra la notte scorsa e questa mattina è di sei giovanissimi morti e di altri quattro feriti in modo grave. Le vittime hanno tra i 17 e i 23 anni. Gli incidenti si sono verificati nel Brindisino, in provincia di Reggio Calabria, e nel Bolognese. Il più grave si è verificato sulla provinciale che collega San Pietro Vernotico a Cellino San Marco (Brindisi). Attorno alle 2.30 della scorsa notte c'è stato uno scontro frontale tra due autovetture, una Fiat Grande Punto e una Chevrolet Tacoma: a bordo della prima viaggiavano cinque ragazzi. 

Investe e uccide una ragazza di 14 anni, patteggia un anno e mezzo con pena sospesa
Schianto all'alba: morti due ventenni, altri due gravemente feriti
 
 

Ne sono morti tre: Davide Cazzato, 19 anni, Sarah Pierri, 18enne, e Giulia Capone, di 17, di Brindisi e Tuturano. Due loro amici sono rimasti feriti. Hanno 19 e 21 anni: sono in gravi condizioni, ma non in pericolo di vita. Sono stati tutti estratti dai vigili del fuoco dalla vettura accartocciata, che dopo l'impatto con l'altra auto si è schiantata contro un muro. Il conducente dell'altra auto, un 72enne di Trepuzzi (Lecce), è rimasto fortunatamente illeso. Ha potuto fornire la propria versione dei fatti agli investigatori che stanno ricostruendo la dinamica dell'incidente avvenuto su quella che tutti chiamano la 'strada maledettà. Solo un mese fa sulla stessa provinciale erano morti due coniugi in uno schianto dalle circostanze simili. 



Più a Sud, in Calabria, altre due vittime. Lungo la strada di grande comunicazione tra Jonio e Tirreno, nel territorio di Melicucco (Reggio Calabria), sempre la scorsa notte, sono morti due ragazzi poco più che 18enni. Si tratta di Cristian Galatà e Michele Varrone, amici inseparabili, entrambi di Melicucco. Altri due coetanei, che erano con loro all'interno dell'auto, sono ricoverati: uno nell'ospedale di Polistena, al quale sono stati asportati un rene e la milza; l'altro in Neurochirurgia agli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria per via di un forte trauma cranico. Anche in questo caso è ancora incerta la dinamica dello scontro.

Si sa che i due 18enni erano a bordo di una Fiat Panda che, per cause in corso di accertamento, si è scontrata frontalmente con un'altra vettura, una Ford Ecosport, con a bordo due persone, rimaste ferite in modo lieve. Della ricostruzione dei fatti si occupano la polizia stradale di Siderno e i carabinieri di Melicucco. Il terzo incidente mortale risale alle 7.30 di oggi. A Gaggio Montano, nel Bolognese. Ha perso la vita un 23enne di Alto Reno Terme. Era a bordo di una utilitaria che si è scontrata con un furgone guidato da un 60enne. Il giovane è morto poco dopo l'impatto, mentre il conducente del furgone è ricoverato all'ospedale Maggiore di Bologna in gravi condizioni, ma non in pericolo di vita.
Sabato 23 Marzo 2019, 08:18 - Ultimo aggiornamento: 23-03-2019 19:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP