Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Caos voli, allarme per lo sciopero del 17 luglio di Ryanair (ma non solo): ecco chi rischia e tutti gli altri stop dell'estate annunciati dalle compagnie

Proseguono i disagi estivi legati al traffico aereo

Martedì 12 Luglio 2022
Caos voli, lo sciopero del 17 spaventa i turisti. Ecco chi rischia e tutti gli altri scioperi annunciati dalle compagnie aeree

Confermato per domenica 17 luglio lo sciopero della compagnia lowcost, RyanairLa sospensione del servizio riguarderà piloti e assistenti di volo. La notizia è stata annunciata dagli stessi sindacati di categoria, dopo un incontro avvenuto presso il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili. Durante la riunione tra sindacati e istituzioni è stato fatto il punto sui disagi che nelle ultime settimane hanno inciso sul traffico aereo, a causa delle decine di voli cancellati.

«Ad oggi, in mancanza di iniziative concrete nella direzione del miglioramento delle condizioni di lavoro e dell'adeguamento dei salari, rimane confermato, domenica 17, lo sciopero di piloti e assistenti di volo Ryanair», ha detto il segretario nazionale della Filt Cgil, Fabrizio Cuscito, che poi ha aggiunto «le sigle sindacali hanno chiesto al Ministero di convocare un confronto con le compagnie low cost per verificare il rispetto dell'applicazione dell'articolo 203 del Decreto Rilancio sull'applicazione dei minimi salariali, previsti dal contratto nazionale del trasporto aereo».

Voli cancellati, la provocazione di Sonia Bruganelli: «Aspettare ore in aeroporto? No grazie, preferisco il mio jet privato». È bufera

Si ferma il trasporto aereo

La situazione sul caos voli sta diventando sempre più un campo minato, in un mese sono infatti migliaia i voli cancellati, non solo in Italia ma in tutta Europa, con risarcimenti che probabilmente graveranno sui bilanci delle compagnie aeree. Domenica 17 luglio, si fermerà quasi tutto il trasporto aereo italiano. Lo sciopero non riguarderà soltanto Ryanair, il cui personale già oggi ha incrociato le braccia in Spagna, ma anche altre compagnie aeree. Il paese iberico è uno di quelli dove la situazione sembra essere più fuori controllo. Dal 18 al 21 luglio, piloti e assistenti di volo di Ryanair sciopereranno di nuovo in Spagna. Nel Paese tra il 15 e il 31 luglio sono in programma anche scioperi della compagnia EasyJet. Come riportato sul sito del Ministero delle Infrastruttre, questo weekend sospenderanno il servizio anche Easy Jet e Volotea. Non solo, anche il personale ENAV (Ente Nazionale per l'Assistenza al Volo) ha annunciato scioperi in tutti gli aeroporti italiani.

Per quanto riguarda il caos generale che ha colpito e continua a travolgere gli aeroporti di mezza Europa, i sindacati hanno espresso timori sull'evoluzione della situazione nelle prossime settimane, soprattutto in vista del grande esodo di agosto. Su questo Fabrizio Cuscito ci ha tenuto a lanciare un monito: «In Italia la situazione negli aeroporti per ora è meno grave che nel resto d'Europa. Abbiamo espresso la nostra preoccupazione per come evolverà visto che da noi la ripresa dell'attività nel settore è stata successiva rispetto al resto d'Europa. Il nostro trasporto ereo soffre di una grave mancanza di manodopera, legato ai bassi salari, serve quindi rinnovare i contratti nazionali, adeguandoli alle medie europee ben più alte delle nostre».

Caos voli: imbarchi negati, overbooking e prezzi folli. L'odissea dei viaggiatori, tra rabbia e accuse

ITA Airways si aggiudica due premi alla Sustainable Flight Challenge di SkyTeam

Assoutenti e Codacons contro lo sciopero

Le associazioni dei consumatori sono intervenute per commentare lo sciopero di domenica. Il Codacons ha dichiarato: «É irresponsabile, arrecherà enormi disagi ai cittadini in partenza per le vacanze. Si tratta di una vera e propria violenza verso gli utenti». L'associazione ha già chiesto un confronto con Mims, Enac e compagnie aeree. «È giusto che i lavoratori rivendichino i loro diritti, ma bloccare il trasporto aereo durante il periodo estivo è inaccettabile», afferma Assoutenti, che invoca l'intervento del Garante Scioperi, minacciando azioni legali a tutela dei passeggeri.

Ultimo aggiornamento: 13 Luglio, 10:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA