Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

CORONAVIRUS

Coronavirus, Cirio: in Piemonte casi raddoppiati nell'ultima settimana

Venerdì 31 Luglio 2020
Coronavirus, in Piemonte casi raddoppiati nell'ultima settimana

In Piemonte nell'ultima settimana i nuovi casi di positività al coronavirus sono quasi raddoppiati a causa del focolaio fra gli stagionali di Saluzzo e dei casi importati da altre Regioni e dall'estero. Lo ha detto il presidente della Regione, Alberto Cirio, in occasione della firma del protocollo con i sindacati per la nascita di un Tavolo permanente sulla sanità. I dati saranno contenuti nel report sull'ultima settimana che il ministero della Salute trasmetterà oggi sul monitoraggio della Fase Due.

LEGGI ANCHE Virus, nel Lazio 334 migranti dalla Sicilia. La Regione: «Positivo il 4,5%. Rischio sovraccarico sistema sanitario»


«L'Rt medio - ha chiarito Cirio - è rimasto sotto l'1. I nuovi casi sono passati dai 35 della scorsa settimana (13-19 luglio, ndr) ai 73 della settimana compresa fra il 20 e il 26 luglio. Sono numeri che riportano il Piemonte ai livelli della prima metà di luglio». «L'incremento - ha spiegato - è dovuto a un focolaio importante a Saluzzo, con 16 casi asintomatici in una comunità che accoglie tra gli altri anche stagionali della frutta, e altri 12 casi (di cui 7 sintomatici e 5 asintomatici) importati, 9 dei quali dall'estero».

© RIPRODUZIONE RISERVATA