Genova, Eros Cinti è l'operaio morto all'Ansaldo: lascia due figli orfani, la moglie scomparsa dieci mesi fa per un tumore

Cade un pezzo della gru: operaio muore sul lavoro a 35 anni
ARTICOLI CORRELATI
0
  • 20705
Si chiamava Eros Cinti l'operaio della ditta Geko morto questa mattina mentre lavorava in via 30 Ottobre nel piazzale interno alla sede di Ansaldo Energia, lungo il torrente Polcevera e nei pressi del cantiere prossimo al Ponte Morandi a Genova. L'uomo è stato colpito da un pezzo della gru. Sul posto sono intervenuti i medici del 118, ma le sue condizioni sono apparse subito gravissime e non c'è stato nulla da fare. 

Mamma uccide la figlia di 3 giorni: l'ha scaraventata per terra, poi ha tentato il suicidio. ​«Forse crisi post partum»

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo stava lavorando a un carico insieme ad alcuni colleghi e sarebbe stato travolto dal pezzo. L’area è stata messa sotto sequestro e i sindacati hanno subito dichiarato 8 ore di sciopero. Stava effettuando lavorazioni interne ad Ansaldo Energia.



Eros aveva 42 anni ed era padre di due figli di sei e undici anni, e abitava a Pontedecimo (Genova). Lascia due figli orfani. Dieci mesi fa, infatti, aveva perso la moglie a causa di un tumore con cui lottava da circa tre anni. 

 
Lunedì 21 Gennaio 2019, 09:23 - Ultimo aggiornamento: 21-01-2019 22:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP