Malore improvviso, morto bimbo di 8 anni: stroncato da un'ischemia cerebrale. Genitori sconvolti

Ricoverato d'urgenza in terapia intensiva pediatrica, ma inutili i tentativi dei medici di salvargli la vita. Commozione tra i bambini della sua classe

Un bambino di 8 anni ricoverato per malore improvviso: muore d'ischemia cerebrale. «Mehdi era dolcissimo»
Un bambino di 8 anni ricoverato per malore improvviso: muore d'ischemia cerebrale. «Mehdi era dolcissimo»
di Redazione web
Sabato 26 Novembre 2022, 08:43 - Ultimo agg. 27 Novembre, 11:49
3 Minuti di Lettura

E' morto ad appena otto anni, colpito da ischemia cerebrale. Un malore improvviso, quello che domenica scorsa ha colpito Mehdi Jusufovski, bimbo di origine macedone, residente a Spinea (Venezia) che è stato ricoverato d'urgenza all'ospedale San Bortolo di Vicenza. Giorni di lotta per la vita ed il disperato tentativo dei medici di salvarlo. Poi la notizia che nessun genitore vorrebbe mai sentire. Il piccolo non ce l'ha fatta, racconta in un articolo la Nuova di Venezia e Mestre.

Il giallo di Gaia, scomparsa sul traghetto a vent'anni: indagini sul telefonino. I genitori: «Non si è suicidata»

Ha lottato per la vita

Mehdi era a casa domenica scorsa quando ha avvertito il malore, i genitori hanno chiamato i soccorsi che d'urgenza l'hanno portato all'ospedale di Dolo, ma la situazione al suo arrivo era già disperata; la diagnosi di ischemia celebrale non lasciava molte speranze di salvezza, il bambino allora, per un ennesimo tentativo dei medici, è stato trasferito nel reparto di terapia intensiva pediatrica dell’ospedale di Vicenza. Tutto inutile.

Tutta Italia in rosso contro la violenza sulle donne. Da Torino a Licata, piazze e monumenti illuminate

Il ricordo della classe

Mehdi frequentava la terza elementare alla scuola primaria Nievo e per i suoi piccoli compagni di classe sapere che Mehdi non tornerà più a giocare e studiare con loro è molto triste. «Era un bambino bellissimo e dolcissimo, sempre sorridente e vivace», è il ricordo di una mamma, «Mehdi era un buono e si faceva voler bene da tutti senza alcuna eccezione», è il commento commovente di un altro genitore. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA