Il Capodanno delle vedove Covid: palloncini bianchi in volo con i nomi dei mariti che non ci sono più

Sabato 2 Gennaio 2021
Il Capodanno delle vedove Covid: palloncini bianchi in volo con i nomi dei mariti che non ci sono più

Un bouquet di palloncini bianchi affidati al cielo nella notte di Capodanno. Si sono alzati in volo da Napoli a Milano, da Venezia a Lodi. Su ognuno c'è un nome, quello di una persona scomparsa sotto la falce del Covid. Ha celebrato così la fine del 2020 e l'ingresso nel 2021 un gruppo di donne rimaste vedove a causa della pandemia. I nomi, su quei palloncini, sono quelli dei loro mariti e compagni che non ci sono più. Nel gruppo, nato da un'idea di Laura Mambriani, 54 anni di Sesto San Giovanni, al momento si contano 26 donne ma già se ne contano altre pronte a chiedere di farne parte per condividere la propria esperienza e trovare conforto. 

 

 

L'iniziativa dei palloncini bianchi per Capodanno, ha raccontato Laura Mambriani a TgCom24, è nata perché alcune componenti del gruppo di tanto in tanto fanno volare proprio un palloncino per dedicare un pensiero ai partner scomparsi. «Ognuna di noi fa parte del gruppo Facebook Noi Denunceremo dei familiari di vittime di coronavirus che cercano verità giustizia», racconta la donna spiegando la genesi del gruppo. «Mi ero accorta, leggendo le varie esperienze - continua - che tante donne come me si ritrovavano sole con figli e ho pensato che mettersi insieme per condividere la propria esperienza ci avrebbe potuto aiutare. Così oggi siamo in 26, sparse in tutta Italia, tra i 50 e i 75 anni. Tra noi anche due giovanissime trentenni che hanno perso i loro coniugi, loro coetanei, rimanendo sole con bimbi piccolissimi. Sono le più disperate e cerchiamo di dare loro più conforto possibile».

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 12:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA