Cuginetti di 11 e 12 anni travolti da un Suv: uno è morto, l'altro è grave. Arrestato il pirata: è un 34enne positivo ad alcol

Cuginetti di 11 e 12 anni travolti da un'auto pirata: uno è morto, l'altro è in condizioni disperate
ARTICOLI CORRELATI
0
  • 187
È stato arrestato il pirata della strada, Rosario Greco di 34 anni, che nella tarda serata di ieri ha travolto e ucciso con il suo suv due cuginetti di 11 anni che giocavano sull'uscio di casa. È accaduto a Vittoria (Ragusa) dove la Squadra mobile ha arrestato un pregiudicato con l'accusa di omicidio stradale. È un vittoriese che aveva un tasso alcolemico quasi 4 volte superiore al limite consentito. Lo riferisce l'Adn-Kronos. L'arrestato ha dichiarato di aver fatto uso anche di cocaina. «A forte velocità ha azzardato un sorpasso in pieno centro città a Vittoria perdendo il controllo dell'auto e travolgendo due cuginetti di 11 anni seduti sul gradino di casa dei vicini mentre giocavano con il telefono cellulare», spiegano gli inquirenti.
 
 


Mentre stava eseguendo gli esami clinici nei laboratori dell'Asp di Ragusa sulla eventuale positività ad alcol e droga Rosario Greco, il 34enne che alla guida di un suv ha travolto a Vittoria (Rg) due cuginetti di 11 e 12 anni, uno rimasto ucciso l'altro gravemente ferito, ha detto ai poliziotti presenti di avere bevuto birra e di avere assunto cocaina. Il referto medico ha confermato la presenza di un tasso alcolemico quattro volte superiore a quello previsto, mentre per l'esame tossicologico si dovrà attendere ancora qualche giorno, e il dato non è ancora noto, contrariamente a quanto si era appreso in un primo momento. L'auto è stata sequestrata e saranno avviate le pratiche per la confisca.


Uno dei bambini è morto sul colpo e l'altro versa in condizioni disperate; dopo un intervento di oltre 5 ore è stato trasferito in elisoccorso in una struttura specializzata del policlinico di Messina. Il conducente non ha prestato alcun soccorso alle vittime dandosi alla fuga all'arrivo della Polizia di Stato. Gli altri 3 occupanti del veicolo sono fuggiti anche loro e per questo sono stati denunciati dagli uomini del Commissariato di Vittoria e della Squadra Mobile. In auto, l'arrestato, aveva due armi, un manganello telescopico ed una mazza da baseball.





LA TRAGEDIA Due cuginetti di 11 e 12 anni seduti sull'uscio di casa sono stati travolti da un'auto pirata lanciata a folle velocità in via 4 aprile, nel centro storico di Vittoria (Ragusa) in Sicilia. Uno è morto sul colpo e l'altro, ricoverato in gravissime condizioni nell'ospedale di Vittoria, sta per essere trasferito in elisoccorso a Catania. Le sue condizioni sono disperate.

La scena che si è presentata ai soccorritori è stata raccapricciante: l'auto ha infatti tranciato gli arti inferiori di entrambi i bambini. Il conducente dell'auto, che subito dopo l'incidente si è dato alla fuga a piedi, era alla guida di una Jeep Renegade. Gli agenti della polizia di Stato lo hanno identificato poco dopo, tanto che l'automobilista che era alla guida del suv Jeep che ha investito i bambini a Vittoria provocando un bambino morto e un ferito grave si è poi consegnato.  Era fuggito dopo l’incidente. Intanto momento di tensione si sono registrati al pronto soccorso.


 
Giovedì 11 Luglio 2019, 22:46 - Ultimo aggiornamento: 12 Luglio, 11:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP