Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Febbre del Nilo, casi in aumento: 10 persone ricoverate a Lodi

Mercoledì 19 Agosto 2020
Febbre del Nilo, casi in aumento: 10 persone ricoverate a Lodi
Salgono a 10, a Lodi, le persone che sono state ricoverate per febbre del Nilo o West Nile Desease, tutti all'ospedale Maggiore. Presentano sintomi diversi tra loro, tanto che vengono ospitati in reparti differenti tra i quali anche quello di Neurologia e Medicina.

«Si tratta di pazienti dall'età compresa tra i 49 e i 79 anni», specifica la dottoressa Maria Chiara Cerri del reparto Infettivi. Il primario di Malattie infettive Angelo Regazzetti spiega: «Non c'è un farmaco per questa malattia. La terapia è sintomatica. E, naturalmente, non c'è nemmeno un vaccino possibile. Per questo risulta molto importante prevenirla con la disinfestazione dalle zanzare comuni autoctone del genere 'culex pipiens' e la protezione individuale». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA