CORONAVIRUS

Gianluca Festa, sindaco di Avellino, si difende a Live non è la D'Urso dopo le polemiche: «Ho fatto quello che ritenevo giusto»

Domenica 31 Maggio 2020 di Ida Di Grazia
Gianluca Festa, sindaco di Avellino, si difende a Live non è la D'Urso dopo le polemiche: «Ho fatto quello che ritenevo giusto»

Gianluca Festa, sindaco di Avellino si difende a Live non è la D'Urso dopo le polemiche: «Ho fatto quello che ritenevo giusto». Il video dell'assembramento choc ad Avellino che vede coinvolto anche il sindaco ha destato numerose polemiche. Il primo cittadino ha deciso di rispondere alle accuse domenica sera in collegamento da Barbara D'Urso.

Leggi anche > Live non è la D'Urso, Sandra Milo: «Ho chiesto a Conte di togliere l'IVA. Ecco cosa mi ha risposto» 

Nella notte tra sabato e domenica centinaia di ragazzi si sono assembrati in una strada centralissima di Avellino e tra loro c'era anche il sindaco Gianluca Festa, il video ha fatto il giro del web destando numerose polemiche. Nella puntata del 31 maggio di Live non è la D'Urso il sindaco Gianluca Festa si è difeso così: «Barbara è accaduto che dopo aver fatto un giro sull’isola pedonale, per assicurarmi che anche la ripresa della movida fosse nel pieno rispetto delle regole, mi sono imbattuto in quella movida, ho chiamato la municipale e la questura, ma io non potevo girarmi e lasciare i ragazzi in quelle condizioni. Fare il selfie in quel momento ha significato per i primi 50 ragazzi farli allontanare, distanziarli e calmare gli animi. Ho fatto quello che ritenevo giusto, la cosa peggiore è che c’era il pericolo di ordine pubblico, ho improvvisato, ho preferito il dialogo e non la contrapposizione. Io li ho trovati, erano trecento ragazzi, non ho girato le spalle, li ho affrontati così».

Ultimo aggiornamento: 23:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA