Si accascia e muore mentre parla al telefono con l'amico: Mario era un ex calciatore professionista

Era un tifoso della Juventus e aveva iniziato la sua carriera come difensore nel Treviso, debuttando in Serie C nel 1976

Si accascia e muore mentre parla al telefono con l'amico: Mario era un ex calciatore professionista
Si accascia e muore mentre parla al telefono con l'amico: Mario era un ex calciatore professionista
di Redazione web
Mercoledì 10 Maggio 2023, 15:04 - Ultimo agg. 15:05
2 Minuti di Lettura

Un malore improvviso, mentre stava tagliando l’erba del giardino di casa, in via Baracca a Porcellengo (Treviso), è stato fatale a Mario Valcarenghi, 67 anni compiuti l’11 marzo scorso. Ex dipendente di Veneto Banca (era in pensione da 5 anni) Mario era conosciutissimo nel mondo del calcio. Infatti dopo essere stato calciatore ed allenatore, era direttore sportivo del Postioma Porcellengo. Famiglia e calcio erano la sua vita. Se ne è andato all’improvviso, prendendo tutti in contropiede. Era un tifoso della Juventus e aveva iniziato la sua carriera come difensore nel Treviso, debuttando in Serie C nel 1976

La morte choc al telefono

La morte di Valcarenghi è avvenuta in modo improvviso e sconcertante.

Dopo aver risposto a una telefonata dell’allenatore Gianluigi Furlan, Valcarenghi ha smesso di parlare e si è accasciato. Nonostante i tentativi di rianimazione del figlio Andrea e dei soccorritori del 118, non c’era più nulla da fare.

La notizia della morte di Valcarenghi ha lasciato la comunità in stato di shock. Lascia dietro di sé la moglie Lorena, i figli Andrea e Marco e i fratelli Claudio e Giorgio. I suoi funerali saranno celebrati sabato mattina alla chiesa di Porcellengo

© RIPRODUZIONE RISERVATA