Rovigo, uccide la moglie e si spara. Erano d'accordo: lettera di scuse firmata dalla coppia

Venerdì 14 Febbraio 2020
Spara alla moglie la uccide e punta l'arma verso di sè: è gravissimo

Omicidio e tentato suicidio a Rovigo, nel quartiere di Commenda. Il ritrovamento dei due corpi, Tino Bellinello e Renata Berto, 87 e 80 anni, è avvenuto stamattina: lei è morta, lui è in condizioni disperate. La scoperta in via Gramsci al civico 45, in una villetta a due piani. In una lettera a firma di entrambi i coniugi sarebbe state espresse ai familiari le scuse per il tragico gesto.

Madonna di Campiglio, incidente sugli sci: dichiarata la morte cerebrale della 25enne Cristina Cesari

Lui, ex gestore del distributore di carburante Shell di viale Porta Adige, alle porte della città, avrebbe ucciso la moglie con un colpo di pistola, una Beretta regolarmente detenuta, e poi l'ha puntata verso di sé: è gravissimo.


 

Ultimo aggiornamento: 19:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA