Palamara: «Mai presi 40.000 euro, non sono un corrotto». Depositata memoria difensiva

Palamara, ferri e Lotti
ARTICOLI CORRELATI
«Non ho mai ricevuto favori e non ho mai preso la somma di 40mila euro. Per questo ho allegato alla memoria tutti i dettagli sulle spese da me sostenute dal 2011 a oggi: estratti conto, prelevamenti e ogni movimento bancario. In una seconda fase chiarirò i miei rapporti con Cosimo Ferri, Luca Lotti e altre persone con le quali, viste le cariche che ho ricoperto dal 2008 in poi, ho avuto frequentazioni». Lo ha detto - incontrando i giornalisti - il sostituto procuratore di Roma, Luca Palamara, indagato per corruzione a Perugia.

LEGGI ANCHE Caos Csm, il governo: «Subito la riforma». Bonafede al Quirinale

«Voglio dimostrare che non sono e non sarò mai un corrotto e che non sono mai stato eterodiretto da nessuno nelle mie scelte». Lo afferma l'ex presidente dell'Associazione nazionale magistrati, Luca Palamara, indagato per corruzione a Perugia, dopo aver presentato ai pm umbri una memoria difensiva. «Chiedo però che il mio nome non venga strumentalizzato per qualsiasi vicenda. Non sono mai stato collaterale a nessun partito politico e mai ho svolto incarichi fuori ruolo di diretta dipendenza dalla politica - conclude l'ex presidente dell'Anm, assistito dagli avvocati Benedetto e Mariano Marzocchi Buratti e Michele Di Lembo - Non ho mai messo in discussione il mio rispetto per la carica istituzionale del Vice presidente del Csm e più in generale delle prerogative dei singoli consiglieri».

 

 
Venerdì 7 Giugno 2019, 18:03 - Ultimo aggiornamento: 8 Giugno, 08:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-06-09 16:52:28
diceva il divino giulio ( andreotti ) : a volte a pensar male ci si azzecca ; come mai nella inchiesta mafia capitale le confessioni di buzzi d'aver finanziato la campagna elettorale di zingaretti con trecentomila euro , non hanno portato alcun risultato nei confronti del neo segretario ? anzi e' uscito fuori che la moglie di palamara ha lavorato oltre due anni alla regione lazio retta dallo zingarone in un incarico fatto ad hoc come anche l'aver tenuto fuori dalla vicenda walter veltroni mi ha sempre insospettito , tenuto conto che durante la sua permanenza al campidoglio gli affari di buzzi ( e carminati ) aumentarono del 200% ??....mi dicono che ha pagato per tutti il suo segretario , tale ovendine !! .....poi scopri che parlamentari del pd erano in , diciamo , buoni rapporti , con i vertici del Csm mentre per una telefonata tra due soggetti di cui uno fa' il nome di Siri o che lo stesso buzzi tiri fuori la confessione su Alemanno , la carriera di questi due e' stroncata , allora e' vera la massima del divino Giulio

QUICKMAP