Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Decreto sicurezza, Daspo dai locali pubblici per i violenti: arriva la norma "Willy", pene più severe

Domenica 4 Ottobre 2020
Daspo dai locali pubblici per i violenti: arriva la norma "Willy" nel nuovo decreto Sicurezza

Daspo dai locali pubblici per chi è coinvolto in risse. Non solo. Un inasprimento delle pene per il reato di rissa per coloro che vengono denunciati o condannati per atti di violenza fuori da un locale. È la novità che i ministri Alfonso Bonafede e Luciana Lamorgese, a quanto si apprende, si preparano a introdurre nel decreto sicurezza.

Ladispoli, perde un occhio dopo l’agguato dei fratelli pugili: tre arresti
Willy Monteiro, trovate tracce di sangue sui vestiti dei fratelli Bianchi e dei loro amici
Willy Monteiro aveva «fegato e cuore spaccati». Dall'autopsia l'orrore degli ultimi minuti di vita

Una «norma Willy» che arriva dopo l'uccisione del giovane fuori da una discoteca e aumenta le pene per chi abbia partecipato a una rissa, facendo salire la multa da 309 a 2000 euro e la reclusione - se qualcuno resta ferito o ucciso nella rissa - da un minimo di sei mesi a un massimo di sei anni (ora va da tre mesi a cinque anni).

 

Video


Per i protagonisti di disordini o di atti di violenza il questore può disporre il Daspo da specifici locali o esercizi pubblici: se violato c'è la reclusione fino a due anni e una multa fino a 20.000 euro.

Ultimo aggiornamento: 16:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA