Discoteche: green pass, mascherine e niente distanziamento. Ecco il protocollo (dei gestori) per il Cts

Domenica 16 Maggio 2021
Discoteche: grenn pass, mascherine e niente distanziamento. Ecco il protocollo per il Cts

Discoteche aperte con green pass, mascherine e nessun distanziamento. È questa la sintesi del protocollo sanitario anti Covid in fase di redazione da parte dei gestori. A riferirlo è il presidente della Silb-Fipe, l'associazione italiana imprese ed intrattenimento, Maurizio Pasca: «Stiamo lavorando ad un protocollo sanitario per la riapertura delle discoteche, in modalità covid-free. Dopo l'ultima riunione di domani tra i rappresentanti della nostra categoria, consegneremo il documento al Comitato Tecnico Scientifico affinché sia valutato. Già eri abbiamo avuto un incontro positivo con una delegazione di parlamentarsi M5s». 

Discoteche, test a Gallipoli: il 5 giugno serata per 2.000 ma solo con il «green pass»

Secondo quanto prevede il protocollo, nelle discoteche bisognerà indossare la mascherina ma non sarà necessario il distanziamento sociale. Oltre all'obbligatorietà del green pass (certificato vaccinale, tampone o attestato di guarigione), è prevista anche l'uso di materiali mono uso, la tracciabilità attraverso l'acquisto dei biglietti online e la sanificazione dei locali. Il protocollo di sicurezza sarebbe stato sottoscritto dai virologi Pierluigi Lopalco e Matteo Bassetti.

 

 

«Al governo e al Commmissario Figliuolo offriamo la nostra disponibilità ad organizzare open day per i vaccini anche nelle discoteche in vista di eventi estivi, affinché nella campagna di vaccini possano essere raggiunti sempre più giovani». Così il presidente Pasca. «Serviranno gazebo e spazi esterni, ma se il governo lo ritenesse opportuno ne potremmo discutere. Noi siamo disponibili: prima si vaccinano tutti, prima si torna alla normalità, ognuno deve dare il suo contributo», aggiunge .

Ultimo aggiornamento: 17 Maggio, 06:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA