Dj morta, nuovo esame sul corpo di Gioele: indagine geologica sul cranio

Martedì 1 Settembre 2020
Dj morta, nuovo esame sul corpo di Gioele: indagine geologica sul cranio

Sono in corso in un laboratorio di geologia a Messina i nuovi esami sui resti del piccolo Gioele. La geologa forense Roberta Somma conduce l'indagine sul cranio del piccolo ritrovato lo scorso 19 agosto nei boschi di Caronia (Messina). Presenti anche i consulenti di parte. Gli accertamenti sono stati disposti dal Procuratore di Patti (Messina) Angelo Vittorio Cavallo. Presenti anche i medici legali nominati dal magistrato perché hanno un ruolo di coordinamento.

LEGGI ANCHE Viviana Parisi, la lettera del marito nel giorno del 17° anniversario di nozze: «Amore mio....»

«È stato repertato del terriccio e altro materiale che è stato rinvenuto. Quello che è stato prelevato servirà proprio a questo a stabilire se il bambino è stato spostato o è rimasto lì dove è stato ritrovato». A dirlo l'avvocato Antonio Cozza, legale della famiglia della dj Viviana Parisi, a conclusione dell'accertamento sul cranio di Gioele. L'esame è stato eseguito al dipartimento di Geologia forense dell'università di Messina. «Ancora è molto presto c'è molta attività da svolgere - ha aggiunto il penalista - il tempo ha complicato gli accertamenti. Sono trascorsi 15 giorni dal rinvenimento, quindi bisogna andare cauti, come abbiamo detto fin dall'inizio. Ad oggi non c'è una pista selettiva - ha sottolineato l'avvocato Cozza - bisogna fare indagini a trecentosessanta gradi. È tutto da valutare e da studiare, si sono limitati a fare dei prelievi di materiale inorganici rinvenuto sulla teca cranica: terreno, foglie e altro».

 

Ultimo aggiornamento: 20:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA