A CASAMICCIOLA

Frana Casamicciola (Ischia): morta una donna, 15 dispersi e 13 feriti. Alle 11 Cdm su stato di emergenza

Si cerca tutta la notte sotto al fango. Mattarella: vicino alla popolazione colpita. Macron sente Meloni

Frana Casamicciola. Morta donna, 11 dispersi e 13 feriti. Soccorsi difficili. Mattarella: «Vicino alla popolazione colpita»
Frana Casamicciola. Morta donna, 11 dispersi e 13 feriti. Soccorsi difficili. Mattarella: «Vicino alla popolazione colpita»
Sabato 26 Novembre 2022, 10:43 - Ultimo agg. 27 Novembre, 00:40

Eleonora Sirabella, 31 anni, è la prima vittima accertata

È Eleonora Sirabella una delle due vittime sinora accertate nelle frane che hanno colpito l'isola di Ischia oggi. La ragazza ha 31 anni. Il corpo è stato trovato in piazza, dopo essere stato travolto dal fango. Solo in serata si è riusciti a darle un’identità. Il ritrovamento è avvenuto in piazza Maio, una delle zone immediatamente battute dai soccorritori. In quel momento operavano già una cinquantina, tra carabinieri, vigili del fuoco e volontari, prima che giungesse anche il personale della Protezione Civile. Sotto gocce di pioggia fredde e pungenti come spilli di ghiaccio, si cercano altri corpi.

Domani alle 11 Consiglio dei ministri su stato di emergenza

l Consiglio dei ministri è convocato domani, domenica 27 novembre 2022, alle ore 11.00 a Palazzo Chigi, per l'esame del seguente ordine del giorno: - dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nel territorio dell'isola di Ischia a partire dal 26 novembre 2022.

Sono 130 gli sfollati

Al momento gli sfollati per la frana che si è abbattuta su Casamicciola, nell'isola di Ischia, sono circa 130. Il dato lo ha riferito il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, nel corso dell'ultimo punto stampa della giornata riferendo sulla situazione dell'isola. Il prefetto ha reso noto che «per tutti ci sarà una sistemazione in albergo entro la sera».

L'ultimo bilancio: un morto, 11 dispersi e 13 feriti

Un morto accertato, 11 dispersi, 13 feriti di cui solo uno in condizioni «un pò più gravi». Sono i dati forniti dal prefetto di Napoli, Claudio Palomba, nel corso di un punto stampa di aggiornamento sulla situazione di Casamicciola. Il prefetto ha riferito che il commissario prefettizio che è a Casamicciola «ci ha riferito che forse è stato ritrovato vivo un gruppo familiare di tre unità».

Più di 100 vigili del fuoco a lavoro

Sull'isola di Ischia (Napoli) continuano le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco: al momento il dispositivo di soccorso del Corpo nazionale è composto da 100 unità impegnate con 40 automezzi nei soccorsi alla popolazione e nelle operazioni di ricerca dispersi.

Marcon sente Meloni: "Sostegno e solidarietà"

Il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron ha parlato questo pomeriggio con il presidente del Consiglio italiano Giorgia Meloni per esprimere il suo sostegno e la sua solidarietà dopo i drammatici eventi dell'isola di Ischia. È quanto riferiscono fonti dell'Eliseo.

Nave San Giorgio pronta ad accogliere sfollati e feriti

La Nave San Giorgio della Marina Militare, con a bordo personale della battaglione San Marco e un elicottero SH90, sta navigando dal Mar Ionio per avvicinarsi alle isole Flegree in caso di necessita di impiego. «La Difesa è anche quella che oggi ha gli elicotteri che hanno portato i vigili del fuoco a Ischia, che vanno a prendere le persone, che fa partire una nave e la rischiera davanti all'isola, perché se servisse è pronta ad accogliere le persone o i feriti», ha detto il ministro della Difesa, Guido Crosetto, a margine di un evento.

Mattarella: "Sono vicino alla popolazione"

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha chiamato il sindaco della Città metropolitana di Napoli, Gaetano Manfredi, per esprimere la propria vicinanza alle popolazioni colpite dalla frana, per esprimere riconoscenza per l'opera dei soccorritori e per sincerarsi sull'andamento dei soccorsi. Manfredi ha ringraziato il Capo dello Stato per essere sempre vicino alla città e alla sua comunità.

Un uomo di 60 anni ferito nella frana trasportato a Napoli: è in prognosi riservata

Un uomo di 60 anni ferito nella frana di Casamicciola, sull'isola d'Ischia, è stato trasferito all'ospedale Cardarelli di Napoli dove è ricoverato in prognosi riservata nel reparto Trauma center. L'uomo ha riportato un politrauma da schiacciamento; trasportato in un primo momento all'ospedale Rizzoli di Lacco Ameno, è stato poi trasferito sulla terraferma nell'ospedale napoletano. Altre due persone ferite sono ricoverate al Rizzoli per ferite di minore gravità e non in pericolo di vita. All'ospedale Rizzoli è stato portato anche il corpo senza vita della donna di 30 anni al momento unica vittima accertata.

Meloni: "Governo pronto a fare quel che serve"

Il governo è pronto a fare la sua parte dopo la tragedia di Ischia. Lo ha detto - apprende l'ANSA - la premier Giorgia Meloni che ha appena lasciato la sede della Protezione Civile, dove è rimasta a lungo videocollegata con il comitato operativo del centro di coordinamento soccorsi allestito alla Prefettura di Napoli. La premier ha fatto il punto con il Capo della Protezione Civile Curcio, i sindaci di Ischia, il governatore campano De Luca, il ministro dell'Interno Piantedosi e quello degli Esteri Tajani. Giorgia Meloni ha assicurato che allerterà tutti i ministri per un eventuale consiglio dei ministri da convocare d'urgenza.

Chiesto lo stato di emergenza

«Il governo si attivi immediatamente per adottare tutte le procedure e gli atti necessari a dichiarare subito lo stato di emergenza per calamità naturale. Non c'è tempo da perdere, per dare il massimo del sostegno possibile alla comunità di Ischia per la terribile alluvione che l'ha colpita». Lo dichiarano i deputati campani del Partito democratico Piero De Luca, vice presidente gruppo PD Camera, Stefano Graziano e Marco Sarracino.

Palomba: "Meloni ha voluto sincerarsi della situazione"

«Il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha voluto sincerarsi della situazione». Lo ha riferito il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, riferendo che la premier si è collegata in video durante la riunione del Ccs così come il ministro dell'Interno, Piantedosi.

Claudio Palomba, prefetto di Napoli: "Dieci dispersi"

«Attualmente c'è un decesso accertato, è una donna. Fra i dispersi, 8 sono stati ritrovati tra cui un bambino. Abbiamo ancora una decina di dispersi». Lo ha detto il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, facendo il punto sulla situazione di Casamicciola

Tajani: "Il Governo è pronto a fare la sua parte"

«Il Governo è pronto in qualunque momento a fare la propria parte. Meloni ha già detto che il Governo è pronto a fare sua parte da ogni punto di vista. Siamo pronti a fare tutto il necessario per aiutare il territorio di Casamicciola. Il Governo a medio termine deve fare la sua parte e la farà». Lo ha detto il vicepremier e ministro degli Esteri Antonio Tajani, in Prefettura a Napoli al termine della riunione del centro coordinamento soccorsi per la frana di Ischia. «Il Governo è pronto a fare tutto ciò che serve per tutelare un territorio così importante e ripetutamente ferito da calamità naturali. È dovere del Governo - ha aggiunto Tajani - far sentire la vicinanza agli abitanti. Ringrazio di cuore tutti coloro che hanno agito da prime ore di stamani per salvare vite umane». Tajani ha espresso «vicinanza a tutta la comunità di Casamicciola, alle famiglie della vittima, ai feriti, sperando che i dispersi possano essere recuperati il prima possibile. Ringrazio tutta l'organizzazione dei soccorsi a cominciare dal prefetto, dal dottor Curcio ma anche carabinieri, poliziotti, finanzieri, uomini e donne della protezione civile che ancora una volta hanno dimostrato grande impegno e senso del dovere».

Prefetto di Napoli: "Un morto e ancora decine di dispersi. Otto sono stati ritrovati"

«Attualmente il decesso accertato è uno, una donna. Otto dispersi sono stati trovati, tra cui un bambino, e abbiamo ancora una decina di dispersi». Così il prefetto di Napoli Claudio Palomba, facendo un punto sulle operazioni di soccorso a Casamicciola, sull'isola d'Ischia, al termine della riunione del centro coordinamento soccorsi che si è tenuta nel pomeriggio in Prefettura. 

Il comune di Forio pronto all'accoglienza degli sfollati

Continua a piovere ad Ischia e resta la preoccupazione «per un territorio particolamente fragile». Il Comune di Forio d'Ischia, in coordinamento con il prefetto, si sta attivando per accogliere gli sfollati. «La situazione a Casamicciola è drammatica. Abbiamo tre strutture disponibili per gli sfollati, altri sappiamo che andranno dai familiari», apprende l'Adnkronos dal Comune di Forio.

De Luca ringrazia Meloni

«Ringrazio per l'attenzione manifestata il presidente del Consiglio Meloni». Lo scrive in una nota il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, in merito alla frana di Casamicciola, sull'isola d'Ischia. «Valuteremo nelle prossime ore insieme con i sindaci interessati - aggiunge De Luca - gli interventi di sostegno più urgenti, in aggiunta a quelli già in campo da mesi. Saranno a disposizione anche i tecnici dell'Acer (Azienda regionale edilizia pubblica) per un supporto tecnico».

 

La donna morta è una straniera

È una donna provieniente da un Paese dell'Est e sposata sull'isola con un cittadino di Casamicciola la prima vittima della frana verificatisi sull'isola. È quanto si apprende dai soccorritori intervenuti sul posto.

Il mare a Casamicciola diventa marrone

È al porto di Casamicciola e a piazza Bagni che si vedono le cicatrici più profonde dell'alluvione della notte scorsa. Sul lungomare sono ammassate almeno una decina di vetture e due bus turistici che la forza della lava che scendeva da monte Epomeo ha trascinato giù. Alcune macchine sono finite in mare, altre sono sommerse dal fango. Anche il mare al porto ha cambiato colore. Ô diventato marrone a causa di quel fiume di fango sceso dalla montagna. Non va meglio nella zona alta, quella già ferita dal terremoto del 2017. Quello che è accaduto la scorsa notte, dicono alcuni residenti, è come acqua bollente buttata su una ferita mai rimarginata, ovvero il terremoto e le sue case devastate. Intanto, a Casamicciola vanno avanti le opere di rimozione del fango dalle strade. I bob cat vanno avanti e indietro per spalare il fango. Poco fa è giunta un'autocolonna della protezione civile regionale con i gruppi elettrogeni che dovranno essere messi in funzione prima che calo il buio. Le ricerche dei disperarsi andranno avanti ma con il buio saranno ovviamente più difficoltose.

Piantedosi: 200 evacuati

«La prefettura insieme alla Regione sta disponendo l'evacuazione di circa 200 persone, per il ricovero delle persone interessate dal momvimento franoso, che devono essere messe in salvo». Lo ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, al Tg2 rispondendo dalla sala operativa dei vigili del fuoco, da dove sta seguendo le operazioni di soccorso per la frana a Casamicciola.  «La situazione è molto grave. Come è stato già comunicato dalla prefettura di Napoli al momento ci sono 12 dispersi che vengono segnalati. La comunicazione ufficiale è incentrata come si conviene sulla prefettura di Napoli. Lo ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, al Tg2 rispondendo dalla sala operativa dei vigili del fuoco, da dove sta seguendo le operazioni di soccorso per la frana a Casamicciola. Piantedosi ha anche specificato: «Per il momento abbiamo solo dispersi, la comunicazione ufficiale sui decessi potrà avvenire soltanto allorquando le persone recuperate vengano portate in ospedale».

Manfredi: un morto accertato

«Al momento c'è una notizia di una vittima, sicuramente accertata, e ci sono ancora una decina di dispersi». Lo ha detto il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, parlando della situazione a Casamicciola, a margine di un'iniziativa al Comune.

Annullata la prima del teatro San Carlo

La Fondazione Teatro si San Carlo in accordo con il Ministro della cultura Gennaro Sangiuliano e il Sindaco Gaetano Manfredi, anche in qualità di presidente della Fondazione, comunica l'annullamento dell'opera inaugurale «Don Carlo» prevista per oggi alle ore 17,00 in segno di lutto per la tragedia che ha colpito l'isola di Ischia. Il teatro stasera resterà chiuso per lasciare spazio al silenzio ed al rispetto per chi ha subito una grave perdita, in segno di vicinanza e conforto.

Piantedosi: «Disposta l'evacuazione di circa 200 persone»

«La prefettura, insieme alla Regione e al Comune sta disponendo l'evacuazione di circa 200 persone che sono nell'area interessata dal movimento franoso e che devono essere messe in salvo. È una situazione molto complicata». Così ai microfoni del Tg2 il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi.

Perlustrato tratto di mare per ricerca dei dispersi

Due motovedette della Guardia Costiera di Napoli stanno perlustrando il tratto antistante il porto di Casamicciola alla ricerca di eventuali dispersi in mare. Da Pozzuoli, intanto stanno partendo altri mezzi ed uomini per i soccorsi sull'isola. Condizioni meteo marine molto difficili stanno peraltro rendendo difficili i collegamenti dalla terraferma con Ischia.

 

 

Sindaco Lacco Ameno: «Molte abitazioni sono a rischio crollo»

«Al momento ci sono dodici dispersi e 20-30 nuclei familiari ancora isolati. Con i soccorsi stiamo provando a portarli giù, per loro sono già disposti alloggi. Molte persone invece sono uscite dalle abitazioni perché sono a rischio crollo». Lo riferisce il sindaco di Lacco Ameno, Giacomo Pascale, sulla situazione della frana che ha coinvolto Ischia e in particolare Casamicciola.

Curcio: «È una tragedia»

«È una tragedia. È una comunità colpita duramente da un evento importante». Lo ha detto Fabrizio Curcio, responsabile nazionale della Protezione civile, parlando della situazione di Casamicciola. «Adesso vedremo quali sono i limiti della tragedia dal punto di vista umano - ha aggiunto - ma certamente è una tragedia. Di per sé questi eventi sono eventi tragici e lo si vede dalle fotografie e dai report dei soccorritori. È una situazione complicata in una giornata complicata».

 

 

Piantedosi: «Soccorsi difficili»

«Ci sono difficoltà nelle operazioni di soccorso perché le condizioni climatiche sono molto impegnative. Stiamo inviando mezzi sia via mare che per il sorvolo aereo. Sono in stretto contatto con la presidente del Consiglio Giorgia Meloni e e i miei colleghi ministri. È una situazione in evoluzione, molto grave, da seguire». Lo ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, dalla sala operativa dei vigili del fuoco, da dove sta seguendo le operazioni di soccorso per la frana a Casamicciola.

Piantedosi: «Al momento non ci sono morti accertati, ma situazione grave»

«Al momento non ci sono morti accertati. C'è qualche difficoltà nelle operazioni di soccorso perché le condizioni climatiche sono ancora molto impegnative ma stiamo inviando mezzi sia via mare che per il sorvolo aereo. Sono in stretto contatto con la presidente del Consiglio Giorgia Meloni e con i ministri. Una situazione in evoluzione molto grave e da seguire». Così il ministro dell'Interno Matteo Piantedosi che si trova «nella sala operativa dei vigili del fuoco in stretto contatto con il centro coordinamento soccorsi istituito presso la prefettura di Napoli dove - spiega - è presente il presidente della Regione Campania».

Tajani in prefettura a Napoli

Il vice presidente del Consiglio e ministro degli Esteri, Antonio Tajani, è arrivato nella sede della Prefettura di Napoli per partecipare alla riunione sulla situazione di Casamicciola.

Video

 

Ritrovata famiglia dispersa con neonato

«Il nucleo familiare con il neonato è stato ritrovato e in procinto di andare in ospedale. Le strutture sanitarie sono state attivate da subito». Lo ha reso noto il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, riferendo alla stampa sulla situazione di Casamicciola. Al momento, ha aggiunto, i dispersi sono 12.

Ingv: «Rischio concreto nuovo frane»

«Il rischio residuo è sempre difficile da valutare, ma esiste. È quindi concreto il rischio di nuove frane nell'imminente, soprattutto in concomitanza con nuovi eventi piovosi, nell'area di Casamicciola già colpita stamani dalla forte frana che ha raggiunto il lungomare». Lo afferma all'ANSA il direttore dell'Osservatorio Vesuviano dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), Mauro di Vito.

Prefetto Napoli: «Si opera in una situazione di estrema difficoltà»

«Si opera in una situazione di estrema difficoltà». Così il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, parlando con la stampa della situazione di Casamicciola, colpita da una frana. Il prefetto ha riferito che «gli elicotteri a causa della scarsa visibilità dovuta al maltempo hanno difficoltà a sorvolare la zona. La Capitaneria di Porto ha messo a disposizione navi straordinarie e abbiamo portato ulteriori mezzi di soccorso. È stato individuato un unico porto di partenza: quello di Pozzuoli». La Regione Campania ha attivato «in caso di necessità» l'ospedale di Pozzuoli.

Prefetto Napoli: evacuiamo zona circostante a frana

«Stiamo evacuando la zona circostante a quella della frana». Lo ha detto il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, facendo il punto con la stampa sulla situazione di Casamicciola. «In via preventiva - ha aggiunto - stiamo spostando tutti i nuclei familiari che vivono nella zona prospiciente alla frana e per il momento li stiamo radunando nel palazzetto dello Sport del Comune di Ischia, successivamente saranno dislocati in strutture alberghiere individuate grazie alla disponibilità di tutti i sindaci dell'isola. Se necessario, ne individueremo un numero più ampio».Sull'isola intanto «in qualche modo» si sta ripristinando la viabilità.

Prefetto Napoli: «Al momento non abbiamo morti accertati»

«Al momento non abbiamo morti accertati». Lo ha detto il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, parlando alla stampa per fare il punto sulla situazione in corso a Casamicciola.

Crosetto: «Forze Armate pronte ad unirsi a lavoro soccorritori»

«La Difesa si stringe alle famiglie colpite dalla frana di Ischia, Casamicciola e alle comunità locali, ringraziamo i sindaci, tutte le forze dell'ordine e i vigili del fuoco per il grande lavoro che stanno facendo. Le Forze Armate sono pronte ad unirsi al lavoro». Lo scrive su Twitter il ministro della Difesa, Guido Crosetto, in merito ai soccorsi di Ischia e Casamicciola, che risultano particolarmente complicati a causa del maltempo.

 

Ministro Sangiuliano in prefettura a Napoli

Il ministro della cultura Gennaro Sangiuliano è arrivato negli uffici della prefettura a Napoli, per seguire da vicino la situazione della frana di Casamicciola a Ischia.

Tajani: «Troppe tragedie»

«Serve un intervento per tutelare il tessuto idrogeologico del nostro Paese. Sono troppe le tragedie, abbiamo visto quello che è successo nelle Marche». È quanto ha affermato il vicepresidente del Consiglio dei Ministri e ministro degli Esteri Antonio Tajani a Caserta. «Il Governo - ha aggiunto Tajani - è intervenuto con circa 400 milioni per sostenere le aree colpite nelle Marche, e non mancherà la solidarietà nei confronti del popolo di Casamicciola ad Ischia. Ma bisogna agire con grande determinazione per impedire che eventi come questo si ripetano in futuro».

 

Verifica su presenza persone in case travolte dal fango

Sono almeno 10 le case travolte dalla violenza della frana di Casamicciola. È quanto si apprende da fonti dei soccorritori. La macchina dei soccorsi è stata attivata per verificare la presenza di persone al loro interno ma si tratta di abitazioni difficili da raggiungere.

Almeno 30 famiglie intrappolate in casa

Attualmente nella zona di via Celario, a Casamicciola, si stima che siano almeno 30 le famiglie intrappolate nelle proprie case e che sono senza acqua e senza luce. Si tratta in totale di circa 100 persone che devono essere ancora raggiunte. La strada che porta alle loro abitazioni, via Santa Barbara, è attualmente impraticabile per il fango, i massi e i detriti che la ostruiscono e si sta provando a liberarla con diverse macchine movimento terra e idrovore.

Salvini: «Otto i morti accertati per la frana a Ischia»

«Sono otto i morti accertati per la frana a Ischia». Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Matteo Salvini nel corso dell'inaugurazione della nuova metropolitana M4 di Milano. «Ci sono i soccorritori che lavorano in condizioni difficili - ha concluso - Se è curato e protetto questo è il Paese più bello del mondo».

Uomo salvato dal fango, il video

Video

 

L'accoglienza della Diocesi La Diocesi di Ischia

L'accoglienza della Diocesi La Diocesi di Ischia, «unita nel dolore e nella preghiera per la popolazione colpita nuovamente da questa calamità naturale», ha messo a disposizione come primi presidi di accoglienza per la gente di Casamicciola il Centro Papa Francesco di Via Morgioni a Ischia e la Cittadella della Carità a Monterone a Forio. Attivati dei numeri per l'emergenza: 3934421870 - 3939776674 - 3297145342 - 3496483213 - 3476010053

Salvini: «Da nord a sud c'è un paese da mettere in sicurezza»

«Da nord a sud c'è un paese da mettere in sicurezza». Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Matteo Salvini, nel suo discorso di inaugurazione della nuova metropolitana milanese, la M4, parlando della frana di Casamicciola. «Fare il ministro è bello, ma purtroppo mi sono alzato stamattina con il disastro a Ischia con 13 dispersi e si teme dei morti - ha aggiunto -. Occuparsi di opere pubbliche è bello ma ci sono onori e oneri. Serve la messa in sicurezza di un Paese che è fragile».

Meloni «vicina a cittadini Ischia, segue situazione in contatto con Musumeci»

Il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni è in costante contatto con il Ministro Musumeci, il Dipartimento della Protezione civile e la Regione Campania per seguire l'evoluzione dell'ondata di maltempo che ha colpito Ischia. Il Governo esprime vicinanza ai cittadini, ai Sindaci dei comuni dell'isola d'Ischia e ringrazia i soccorritori impegnati nella ricerca dei dispersi. 

 

 

Sindaco Lacco Ameno dispone lo sgombero di dieci immobili

Il sindaco di Lacco Ameno, Giacomo Pascale, ha disposto lo sgombero di dieci immobili, abitati da altrettanti nuclei familiari, in un'area posta a valle dell'alveo che divide il comune di Lacco Ameno e quello di Casamicciola Terme, dove si sono registrati i danni maggiori a causa della frana che si è abbattuta su diverse abitazioni all'alba e dove si contano 13 dispersi. La decisione, spiega all'Adnkronos Pascale, è stata presa «su segnalazione della protezione civile che mi ha indicato che a monte si è formata una massa d'acqua preoccupante».

Parroco Casamicciola: «Sto provando a chiamare dispersi, non ho ricevuto risposta»

«Sto provando a chiamare alcune persone che risulterebbero disperse ma purtroppo al momento non ho ricevuto risposta». Così don Gino Ballirano, parroco della chiesa di Santa Maria Maddalena, a Casamicciola, interpellato dall'Ansa, racconta i momenti difficili che si vivono sull'isola dopo la frana di questa mattina. «Sto cercando di andare sul posto ma la strada sotto casa mia è bloccata da un muro di auto ed alberi». Don Gino spiega che la Diocesi di Ischia ha mobilitato la Caritas per la prima accoglienza.

Lega: «Dichiarare subito lo stato di calamità»

«Ci stringiamo con grande affetto ai cittadini di Ischia e in particolare di Casamicciola colpiti stanotte da una nuova emergenza. Di fronte a questo nuovo drammatico evento occorre una risposta immediata». Così in una nota Severino Nappi, capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Campania a nome di tutto il gruppo. Occorre, prosegue, «dichiarare immediatamente lo stato di calamità naturale e disporre l'intervento della Protezione Civile per garantire ogni forma di sostegno alla popolazione. Sin d'ora chiediamo che vengano stanziati fondi per cittadini e imprese e soprattutto che venga adottato un intervento organico che ponga rimedio ai problemi di dissesto idrogeologico della nostra isola più grande e strategica». (

Sindaco Lacco Ameno: «Si sono 20-30 nuclei familiari isolati e una decina di immobili crollati»

A seguito di quanto successo a Casamicciola «ci sono 20-30 nuclei familiari isolati e una decina di immobili crollati». Lo riferisce il sindaco di Lacco Ameno, Giacomo Pascale, in collegamento con gli altri sindaci della zona e la prefettura.

Sindaco Ischia: «È una tragedia, il numero dei dispersi è ancora incerto»

«È una tragedia, il numero dei dispersi è ancora incerto a Casamicciola. A causa del maltempo sul territorio isolano di Ischia abbiamo anche altre situazioni di difficoltà localizzate, ma per fortuna in questo caso non di particolare gravità, come allagamenti e altre situazioni trattabili ed arginabili». Lo riferisce il sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino.

Anche altra famiglia tra i dispersi a Casamicciola

Secondo quanto si apprende, oltre ai cinque dispersi accertati a Casamicciola, non si hanno al momento notizie di una famiglia composta da padre, madre e due bambini che abitano a monte di Piazza Maio, nella zona interessata in pieno dalla frana e non ancora raggiungibile da parte dei mezzi di soccorso.

Centro coordinamento soccorsi riunito in prefettura

Le squadre della Protezione civile regionale sono all'opera dall'alba di questa mattina sull'Isola di Ischia per supportare i soccorsi alla popolazione rimasta colpita dalle frane che hanno interessato Casamicciola e altri punti dell'isola. Altri volontari, della Sma Campania e delle unità cinofile coordinati dalla Sala operativa regionale stanno arrivando da tutta la Campania dotate di mezzi di soccorso: pale meccaniche, bobcat, motopompe, idrovore, escavatori e torri faro per garantire la continuità degli interventi anche in serata. Il Presidente De Luca e il direttore della Protezione civile regionale, Italo Giulivo, partecipano al Centro Coordinamento Soccorsi convocato in Prefettura. Al momento risultano interrotti i collegamenti via mare per Ischia da Napoli. Sono garantite solo le corse da Pozzuoli prioritariamente per le squadre di soccorso. Altri volontari sono stati inviati al centro Operativo Comunale istituito dal Commissario Prefettizio. L'Asl Napoli 2 ha immediatamente attivato l'elisoccorso.

 

 

Frana Casamicciola, i dispersi salgono a 13

Sale ancora il bilancio della frana di Casamicciola. Secondo l'ultimo bilancio dei Carabinieri, sono diventati 13.

In immagini auto e case travolte dal fango

Nelle immagini che arrivano da Casamicciola si vedono macchine che nella notte sono state trasportate da fiumi di fango e case travolte o sfiorate dal largo fronte della frana. A Casamicciola sono arrivate da subito alcune squadre dei Vigili del Fuoco cercando di raggiungere i posti finora isolati per i vari punti della frana. Sul posto anche sommozzatori e nautici per presenza di veicoli a mare. In mattinata è giunta alla sala operativa una richiesta di soccorso per l'edificio interessato dalla frana. Verifiche sono in corso. Mezzi movimento terra inviati dalla sede centrale dei vigili del fuoco di Napoli.

Tredici anni fa ragazza morì travolta dal fango

Tredici anni fa una ragazza, Anna De Felice, morì proprio a Casamicciola a causa di un'alluvione che provocò una frana, partita dalla zona alta del comune per arrivare fino al mare. Anna De Felice, che stava per andare a scuola in auto, fu travolta dal fiume di fango mentre cercava di uscire dalla vettura per mettersi in salvo. Consistenti furono i danni alle abitazioni.

Video

 

Sindaci dalla zona: non uscite di casa

Il commissario straordinario di Casamicciola Terme e i sindaci degli altri 5 comuni dell'isola d'Ischia hanno emanato un'ordinanza collegiale diretta ai cittadini con la quale chiedono di non uscire dalle proprie abitazioni per non intralciare le operazioni di soccorso. Quasi tutta Casamicciola è completamente bloccata alla circolazione stradale, le zone di Piazza Maio, via Celario, piazza Bagni sono isolate ed invase dal fango e dai detriti.

Questa mattina, intorno alle 5, a Casamicciola Terme, sull'isola d' Ischia , si è originata una frana dalla parte alta di via Celario che ha raggiunto il lungomare di piazza Anna De Felice. La frana ha travolto alcune auto in sosta trascinandole fino al mare. Carabinieri di Ischia e Protezione civile sul posto. Si temano morti. Diverse le persone disperse già nelle prime ore della giornata, tra cui anche un neonato .

© RIPRODUZIONE RISERVATA