Mafia, maxisequestro a un clan di Gela: pecore inviate nei campi a scopo intimidatorio

Lunedì 16 Dicembre 2019
video
Un allevatore di ovini di Gela ritenuto un pericoloso affiliato al clan mafioso degli Emanuello. La polizia di Stato ha sequestrato l'azienda agricola riconducibile al sospettato Maurizio Trubia. Tra i beni mobili e immobili su cui sono stati posti i sigilli anche un gregge di 550 capi, terreni, macchinari agricoli per un valore totale di 500.000 euro. Da collocare in un terreno confiscato e sottratto alla mafia nell’ambito di operazioni di contrasto alle agromafie. Spesso greggi di capre e pecore venivano mandati all’interno di terreni già seminati di confinanti per imporre la presenza e costringere i vicini ad abbandonare le proprie terre. © RIPRODUZIONE RISERVATA