CORONAVIRUS

Virus, Lombardia, aumentano nuovi casi ma boom tamponi. Pregliasco: «C'è rischio risalita»

Giovedì 21 Maggio 2020
Virus, Lombardia, aumentano nuovi casi ma boom tamponi. Pregliasco: «C'è rischio risalita»

Sono 316 i nuovi positivi in Lombardia per un totale di 86.901 casi in regione, con 14.702 tamponi. Ieri i nuovi positivi erano stati 294 con 11.508 tamponi. Continua a diminuire il numero dei ricoverati in terapia intensiva (226, -5) e negli altri reparti (4.119, -162). I morti sono in totale 15.727, con 65 nuovi decessi, esattamente come ieri. Sono i dati resi noti da Regione Lombardia.

​​Coronavirus, in Italia 156 morti e 2.278 guariti nelle ultime 24 ore. I nuovi casi sono 642

«Oggi 21 maggio, sono 90 giorni da quando siamo stati investiti da questo tsunami, i dati sono positivi, è il segnale che stiamo andando verso la famosa uscita dal tunnel che ci aspettiamo»: così Riccardo De Corato, assessore alla sicurezza di Regione Lombardia, commenta i dati sulla diffusione del covid. Scende ancora il rapporto fra tamponi effettuati e casi positivi in Lombardia: con i dati odierni si attesta al 2,1%, il più basso dal 1 aprile ad oggi. È quanto riferisce Regione Lombardia. Dei 316 nuovi positivi accertati con 14.702 tamponi, 83 sono nella provincia di Milano, (38 a Milano città), 48 in quella di Bergamo e 77 in quella di Brescia, che rimangono le tre zone della Lombardia maggiormente colpite dal coronavirus.
 

Sala: da stasera più controlli a Milano


SCARICA IL PDF DEL BOLLETTINO

Il dettaglio dei dati. Sono 83 i nuovi casi positivi al coronavirus nella provincia di Milano, in crescita rispetto ai +48 del giorno precedente. È quanto si legge nel bollettino giornaliero di Regione Lombardia sull'andamento della pandemia. Risale anche il dato che riguarda la città con un aumento di 38 nuovi contagiati (ieri+8). Crescono da ieri i nuovi casi positivi in provincia di Bergamo (+48, ieri +26), Brescia (+77, ieri +50) e Sondrio (+21, ieri +5). È quanto si legge nel bollettino giornaliero di Regione Lombardia sull'andamento dell'epidemia. Stabili i dati delle province di Como (+18, ieri +14), Cremona (+15, ieri +15), Mantova (+8, ieri +6), Lecco (+9, ieri +4), Lodi (+7, ieri +11) e Varese (+10, ieri +12). In calo invece la crescita del contagio a Monza Brianza (+8, ieri +50), Pavia (+23, ieri +35). 

Covid, il vademecum per tornare al lavoro in sicurezza nella Fase 2
 

Pregliasco: c'è rischio risalita. «I numeri di oggi restano un pò sull'onda di quelli dei giorni scorsi: Milano tiene, e a tre mesi di distanza dal primo caso a Codogno la Lombardia resta la sorvegliata speciale. A mio parere, infatti, c'è un certo rischio di risalita proprio in questa regione, ecco perché il messaggio è quello di non abbassare la guardia. Non rilassiamoci, perché il virus circola ancora». A dirlo all'Adnkronos Salute è il virologo dell'Università di Milano, Fabrizio Pregliasco, che comunque sottolinea come «i dati oggi siano positivi. Ora poi c'è un buon tracciamento dei casi, e il sistema non segnala un aumento successivo alla riapertura del 4 maggio». Nei tre mesi dal primo caso di Covid-19 in Italia, «sembra passata una vita: questa epidemia ha modificato in modo importante il nostro modo di vivere». E il lockdown si è portato via la primavera, vissuta da molti chiusi in casa. «È stata dura, e per molti lo è ancora. Ecco perché è fondamentale non vanificare gli sforzi fatti per liberarci da questo virus», conclude Pregliasco.

Ultimo aggiornamento: 19:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA