Messina, madre e figlia impiccate: la donna comprò le corde in ferramenta il giorno della morte

Sabato 5 Giugno 2021
Messina, madre e figlia impiccate: la donna comprò le corde in ferramenta il giorno della morte

Le corde comprate il giorno stesso della morte. Mariolina Nigrelli, aveva calcolato tutto fin nei minimi particolari, La casalinga di 40 anni trovata impiccata, una settimana fa, con la figlia 14enne Alessandra Mollica, nella sua casa di campagna a Santo Stefano di Camastra (Messina) il giorno della morte si recò in ferramenta, in paese, per comprare delle corde. Lo ha confermato, come si apprende da ambienti giudiziari, il negoziante che è stato sentito dai Carabinieri che conducono l'inchiesta coordinata dal Procuratore di Patti Angelo Vittorio Cavallo.

 

Violenza sessuale, due calciatori del Messina indagati per abusi su una minorenne

 

 

Le fotografie 

L'uomo ha raccontato che Mariolina Nigrelli avrebbe acquistato le corde, riconosciute dalle fotografie che gli sono state mostrati dagli inquirenti, quello stesso sabato prima di recarsi in campagna con la figlia. E per riuscire a tirare su il corpo della ragazza ha usato un verricello, di quelli che si usano per gli animali, come aveva anticipato l'Adnkronos.

 

L'ombra del bullismo. Il post su Facebook: «Dovrete soffrire»

 

Nessun dubbio su omicidio-suicidio

Il marito, Maurizio Mollica, un fabbro, noto in paese, teneva in campagna diversi maiali ma anche galline e altri animali. Ma gli inquirenti ancora non si sbilanciano, anche se ormai sembra non esserci più alcun dubbio sull'omicidio-suicidio della donna con la figlia. L'inchiesta prosegue. Si attendono, ad esempio, gli ulteriori esami che arriveranno dall'esame autoptico eseguito mercoledì sui corpi delle due donne all'Istituto di Medicina legale di Messina.

 

La lettera d'addio della donna: «Porto via con me Alessandra». Il giorno prima lite con il marito

Ultimo aggiornamento: 11:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA