Milano, flash mob a lutto di cantanti e artisti in piazza Duomo per salvare la musica

Domenica 21 Giugno 2020
«Il mondo dello spettacolo non deve morire»: flash mob degli artisti in piazza Duomo a Milano FOTO
Flash mob degli artisti della musica italiana in piazza Duomo a Milano per sostenere i lavoratori dello spettacolo, uno dei settori colpiti più duramente dall'emergenza coronavirus. Di fronte al Duomo di Milano sono riuniti i cantanti del calibro di Manuel Agnelli, Levante, Diodato , Lodo Guenzi, Cosmo, Ghemon e musicisti come Saturnino. Gli artisti hanno deciso di vestirsi di nero, un lutto, e di rimanere in silenzio per alcuni minuti per sensibilizzare la popolazione e il governo sulle condizioni dei lavoratori della musica e dello spettacolo.



Agli Stati Generali promossi dal governo per confrontarsi sulla ripartenza post Covid «non c'è il mondo della musica e questa è una beffa» . Riflessione la riflessione del cantautore Diodato, vincitore del Festival di Sanremo di quest'anno, che ha partecipato insieme a tanti altri colleghi musicisti e cantanti al flash mob che si tiene in piazza Duomo a Milano per sensibilizzare sulla condizione dei lavoratori del mondo della musica. Il brano con cui il cantante ha vinto Sanremo si intitola 'Fai rumorè e «spero - ha spiegato - che faccia proprio rumore questa iniziativa e che faccia arrivare la voce di tanti professionisti che gestisce nel mondo della musica al governo, presente in questa relazione emendamenti che sono stati presentati dal settore e che fino ad ora sono stati ignorati ». Il mondo della musica muove «un'economia importante e ci dispiace non essere presi in considerazione - ha aggiunto -. Questa battaglia la facciamo per tutti coloro che ci fanno della tariffa il nostro lavoro, anche dietro le quinte e noi cerchiamo di essere un megafono anche per loro ». Ultimo aggiornamento: 16:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA