Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Brescia, ragazzino di 15 anni morto investito mentre torna a casa a piedi dopo la Notte bianca

Alla guida un 23enne che è stato sottoposto ai prelievi del sangue: i risultati hanno escluso la presenza di alcol e droga

Domenica 10 Luglio 2022
Brescia, ragazzino di 15 anni morto investito mentre torna a casa a piedi dopo la Notte bianca

È morto investito da un'auto: Daniele Goffi aveva 15 anni e stava tornado a casa a piedi dopo una serata di festa. Daniele è morto sul colpo nella notte tra sabato e domenica, investito da un'auto mentre camminava lungo la strada provinciale che collega Urago d'Oglio e Rudiano, in provincia di Brescia.

L'incidente si è verificato poco dopo mezzanotte, mentre in compagnia di un coetaneo stava rincasando dalla Notte Bianca di Rudiano a cui avevano partecipato, organizzata nel paese vicino. Per Daniele non c'è stato nulla da fare mentre l'amico che era con lui, è stato sbalzato a terra ma è sopravvissuto: trasportato in ambulanza all'ospedale di Chiari, ha rimediato una frattura al braccio.

Testimone della tragedia sarà ascoltato dai carabinieri. Sul posto è intervenuto l'elisoccorso da Brescia, ma nonostante i tentativi di rianimazione, Daniele non è sopravvissuto. Sotto choc il 23enne alla guida della vettura, che viaggiava nella stessa direzione dei due ragazzini: il giovane, come la vittima residente anche lui a Urago d'Oglio, paese di 3800 abitanti, ha dichiarato di averli visti solo all'ultimo minuto e di non essere riuscito a fare nulla per evitarli.

L'automobilista ieri notte è stato sottoposto in ospedale ai prelievi del sangue e i risultati hanno escluso la presenza di alcol e droga. Il mezzo è sotto sequestro e il giovane resta indagato a piede libero per omicidio stradale nell'ambito dell'inchiesta aperta dalla Procura di Brescia che vuole fare piena luce sull'investimento mortale.

Lungo lo stesso tratto di strada, scarsamente illuminato, negli ultimi anni si erano già registrati altri incidenti stradali, di cui due mortali. In uno aveva perso la vita un ciclista, travolto da un motociclista che era in seguito anche lui deceduto a causa delle ferite riportate nello schianto. In un altro incidente, un anziano era stato investito e ucciso da un pirata della strada: il suo corpo era stato rinvenuto in un fosso diverse ore dopo.

Ultimo aggiornamento: 21:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA