Treviso, uccide la nuora davanti alla nipotina: «Lo strazio della figlia: urlava abbracciata alla mamma, le ho coperto gli occhi»

Giovedì 3 Giugno 2021 di Alberto Beltrame
Roberto, il vicino di casa giunto per primo sul luogo della tragedia

SPRESIANO - Ha sentito un colpo, poi la ragazzina che urlava: «Mamma, mamma»! Roberto abita da 20 anni in via XXIV maggio. È stato lui il primo a scavalcare i cancelli di casa Baseotto e a soccorrere la figlia 12enne di Bruna, quest'ultima colpita in pieno volto con un colpo di fucile esploso dal suocero. «La bambina era accanto alla madre, la abbracciava e continuava a chiamarla disperata. Gridava: Mamma, mamma. Non sapevo cosa fare, ma ho...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 4 Giugno, 14:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA