Palermo, arrestati tre uomini vicini al boss Ficano di Bagheria

Venerdì 17 Settembre 2021
Palermo, arrestati tre uomini vicini al boss Ficano di Bagheria: il mese scorso protagonisti di un pestaggio violento

Arrestate tre persone a Palermo ritenute responsabili di lesioni personali aggravate dal metodo mafioso. L'ordinanza è stata eseguita dai Carabinieri del comando del capoluogo di regione siciliano su richiesta della Direzione distrettuale antimafia palermitana.

Nell'ambito dell'operazione 'Persefone', che lunedì scorso ha portato all'arresto di otto persone, tra i quali vi erano i vertici di una famiglia mafiosa di Bagheria, le forze dell'ordine hanno ricondotto anche il pestaggio del mese scorso ai danni di Fabio Tripoli, personaggio apparentemente estraneo al sodalizio criminale.

Il pestaggio dello scorso agosto

L'uomo era stato selvaggiamente picchiato, riportando traumi cranici e alla mano, da persone armate di tirapugni, come intimidazione. In precedenza lo stesso aveva minacciato di dare alle fiamme un locale appartenente a Massimiliano Ficano, reggente di una famiglia mafiosa di Bagheria.

Mafia, altri tre arresti a Bagheria verso i responsabili di pestaggio punitivo

Durante una perquisizione i Carabinieri avrebbero rinvenuto e sequestrato un'accetta. L’aver messo pubblicamente in discussione l’autorità criminale del boss mafioso, avrebbe portato a deliberare e pianificarne l’omicidio. I destinatari dell’odierna ordinanza di custodia cautelare in carcere sono stati portati alla casa circondariale 'Lorusso-Pagliarelli' di Palermo.

Mafia, blitz contro clan di Bagheria. Nelle intercettazioni: «Lo scanniamo come un vitello»

© RIPRODUZIONE RISERVATA