Dpcm, scontri e lancio di petardi a Palermo e Verona: feriti un operatore tv e alcuni agenti

Mercoledì 28 Ottobre 2020
Dpcm, scontri e lancio di petardi a Palermo: ferito un operatore tv e alcuni agenti

Tensione a Palermo, in corso Vittorio Emanuele, durante la manifestazione organizzata dai commercianti, iniziata alle 18. Alcuni membri dei centri sociali hanno lanciato petardi e bottiglie di vetro contro le forze dell'ordine in tenuta antisommossa, che hanno reagito con una carica. Un petardo ha colpito un operatore di Mediaset, che è stato soccorso da un'ambulanza e sta ricevendo le prime cure. La polizia ha inseguito i manifestanti dei centri sociali lungo corso Vittorio Emanuele (dove sono stati divelti cestini, fioriere e panchine), prima che si disperdessero nei vicoli del centro storico.

LEGGI ANCHE Scontri in piazza, il Viminale: «Escludiamo una regia unica dietro la guerriglia di questi giorni»

 

 

La manifestazione pacifica organizzata ai Quatto Canti dai commercianti per dire no alle chiusure stabilite dal nuovo Dpcm del governo nazionale si è trasformata in uno scontro con lancio di fumogeni e bombe carte da una parte e cariche della polizia dall'altra. Ad innescare gli scontri alcuni appartenenti ai centri sociali che si sono uniti alla manifestazione. Due manifestanti, probabilmente legati ai centri sociali, sarebbero stati fermati dalla polizia per gli scontri scoppiati durante la manifestazione contro il Dpcm in corso ai Quattro Canti, a Palermo. Alcuni agenti e carabinieri sarebbero rimasti feriti negli scontri.

Scontri in serata anche nel centro di Verona tra le forze dell'ordine e dimostranti di estrema destra, con lanci di petardi verso gli agenti che hanno risposto con lacrimogeni, durante un corteo di protesta contro il Governo e le misure anti-Covid. I dimostranti, dopo un corteo nei pressi dell'Arena, si sono diretti in Piazza delle Erbe, dove sono iniziati i momenti di tensione e il lancio di oggetti e petardi contro gli agenti, in assetto anti-sommossa.

Ultimo aggiornamento: 22:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA