Indagine choc, filmava bimbi nei centri commerciali e faceva video pedo-pornografici di necrofilia: arrestato

Sabato 28 Novembre 2020
Indagine choc, filmava bimbi nei centri commerciali e faceva video pedo-pornografici di necrofilia: arrestato

Utilizzava una mini telecamera nascosta e si "divertiva" a filmare a loro insaputa i bambini che incontrava nei centri commerciali o al parco e nelle aree giochi. Un divertimento "malato", però, quello di un uomo di 49 anni, che utilizzava quei video per montare materiale pedopornografico. E non si fermava solo a questo. L'indagine choc della polizia postale ha recuperato, infatti, una vasta quantità di video, con immagini agghiaccianti di violenze su minori fino a 10 anni di natura molto cruenta («addirittura di pedo-necrofilia», raccontano gli inquirenti). 

Roma, pedofilo arrestato al Pigneto: mandava baci ai bimbi. «Si appostava sempre davanti alla scuola»

Violenza sessuale su una bambina di 9 anni, la piccola racconta tutto alla mamma e fa arrestare il pedofilo

Roma, sul pc aveva oltre 10mila immagini e 100 video pedopornografici, arrestato 44enne

I dettagli della vicenda. Nell'ambito di una complessa indagine scaturita in ambito di cooperazione internazionale di polizia e coordinata dal servizio Polizia postale e delle comunicazioni (Cncpo), gli investigatori della Polizia postale e delle comunicazioni di Genova e Roma, hanno arrestato M.V., operaio specializzato di 49 anni, sposato con figli adulti.

L'uomo è stato trovato in possesso di un'ingente quantità di materiale pedopornografico, prodotto mediante lo sfruttamento sessuale di bambini di età compresa tra gli 0 e i 10 anni, circa 20.000 video, di natura particolarmente cruenta, alcuni addirittura di pedo-necrofilia. Le indagini hanno inoltre evidenziato che l'arrestato, attraverso una spycam, una piccola videocamera facilmente occultabile, era solito filmare a loro insaputa i bambini che incontrava nei centri commerciali o in altri luoghi pubblici.

Ultimo aggiornamento: 12:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA