Omicidio Luca Sacchi, condanne confermate in appello: 27 anni al killer, tre alla fidanzata Anastasiya

Sacchi venne ucciso ad ottobre del 2019 all'esterno di un pub nel quartiere di Appio Latino per una trattativa sull'acquisto di droga

Omicidio Luca Sacchi, condanne confermate in appello. 27 anni al killer e 3 alla fidanzata
Omicidio Luca Sacchi, condanne confermate in appello. 27 anni al killer e 3 alla fidanzata
di Redazione web
Giovedì 1 Giugno 2023, 15:48 - Ultimo agg. 17:26
2 Minuti di Lettura

Per l'omicidio di Luca Sacchi, i giudici hanno ribadito la condanna a 27 anni di carcere per Valerio Del Grosso, autore materiale dell'omicidio, ma hanno ridotto a 14 anni e 8 mesi la pena per il suo complice nell'aggressione, Paolo Pirino, così come per Marcello De Propris, che consegnò l'arma del delitto.

Giulia Tramontano, la pm alle donne: «Non andate all'ultimo appuntamento». Il fidanzato ha cercato online come ucciderla

Rissa in aula

Invece per l'allora fidanzata della vittima, Anastasiya Kylemnyk, accusata di violazione della legge sugli stupefacenti, confermata una condanna a 3 anni. Dopo la sentenza di appello, si sono verificati momenti di forte tensione, con una vera e propria rissa tra i familiari di alcuni imputati.

Il delitto

L'omicidio era avvenuto a Roma nell'ottobre del 2019, fuori di un pub nel quartiere Appio Latino; il motivo scatenante fu la trattativa per l’acquisto di 15 chili di marijuana in cambio di 70mila euro.

I soldi erano stati nascosti in uno zainetto dalla fidanzata di Sacchi, che gli assassini-pusher volevano derubare anziché fare lo scambio. La donna è sia parte lesa, per il colpo di spranga ricevuto nella rapina, che imputata per la detenzione della droga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA