Saman, rinviati a giudizio tutti i genitori e gli altri familiari imputati: prima udienza a febbraio 2023

Alla sbarra degli imputati andranno lo zio e due cugini, il padre e la madre

Saman, rinviati a giudizio tutti i familiari della ragazza imputati: processo a febbraio 2023
Saman, rinviati a giudizio tutti i familiari della ragazza imputati: processo a febbraio 2023
Martedì 17 Maggio 2022, 14:56 - Ultimo agg. 18 Maggio, 15:20
3 Minuti di Lettura

Rinviati a giudizio i familiari di Saman Abbas, la 18enne di origine pachistana scomparsa a Novellese lo scorso 30 aprile 2021. Dopo l'udienza preliminare che si è tenuta oggi, il gup Dario De Luca ha rinviato a giudizio il padre e la madre di Saman, Shabbar Abbas e Nazia Shaheen, oltre che lo zio Danish Hasnain e i due cugini, Ikram Ijaz e Nomanhulaq Nomanhulaq. Lo zio e i cugini si trovano in carcere a Reggio Emilia dopo essere stati arrestati in Francia e Spagna, dove erano fuggiti, mentre la madre e il padre sono latitanti, presumibilmente in Pakistan.

 

Le accuse

Saman Abbas aveva 18 anni quando lo scorso 30 aprile 2021 è scomparsa a Novellara, nella Bassa Reggiana. L'ipotesi degli investigatori è che sia stata uccisa dai parenti dopo essersi ribellata a un matrimonio combinato con un parente che si trovava in patria.

Il processo inizierà il 10 febbraio 2023 

La prima udienza è fissata il 10 febbraio 2023. Rinviando a giudizio tutti i cinque familiari il gup Dario De Luca ha accolto le richieste del sostituto procuratore di Reggio Emilia titolare dell'inchiesta Laura Galli che ha coordinato le indagini dei carabinieri. In aula sarà presente anche l'avvocato Simone Servillo per i genitori e l'avvocato Valeria Miari, per il fratello minorenne di Saman, che intende costituirsi parte civile, così come l'associazione Penelope, rappresentata dall'avvocato Barbara Iannuccelli. In tribunale ci sarà anche la sindaca di Novellara, Elena Carletti.  

La scomparsa di Saman e l'ultimo video 

L'ultimo video in cui si vede la ragazza in vita mostra la giovane uscire di casa accompagnata dai genitori con uno zaino sulle spalle. Pochi minuti dopo, sulla stessa strada compaiono nuovamente la madre e il padre - con lo zainetto della figlia sulle spalle - ma Saman non c'è più. Forse è stata consegnata ai parenti, lo zio e i due cugini, anche loro indagati per la scomparsa. Il corpo non è stato mai ritrovato. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA