Ragazzo prende una nota e si getta dalla finestra sotto gli occhi dei compagni di classe

Ragazzo prende una nota e si getta dalla finestra sotto gli occhi dei compagni di classe
ARTICOLI CORRELATI
0
  • 22
Ha aspettato che la professoressa si girasse dall'altra parte e, al suono della campanella, ha aperto la finestra e si è gettato nel vuoto. È successo tutto in un minuto, sotto gli occhi dei compagni di classe, al cambio degli insegnanti per la seconda ora verso le 9.30, in una scuola media di Coriano, nel Riminese, dove un dodicenne ha tentato il suicidio lanciandosi dal secondo piano. Non aveva fatto i compiti e aveva appena preso una nota, così come altri compagni di classe. Trasportato in elicottero all'ospedale di Cesena, dopo un primo allarmante bollettino che lo dava in condizioni disperate, in tarda mattinata è stato dichiarato fuori pericolo.

Padre lancia i 4 figli dal balcone: feriti gravi, hanno dai tre agli otto anni

È vigile, riesce a parlare e presto sarà ascoltato dai carabinieri di Riccione nell'ambito dell'indagine coordinata dal sostituto procuratore Luca Bertuzzi. I militari hanno già interrogato l'insegnante presente in classe e altri testimoni. Nei prossimi giorni tutti verranno risentiti. Stando a quanto ricostruito subito dopo il fatto, lo studente, che siede in un banco vicino alla finestra, ha atteso che l'insegnante volgesse lo sguardo altrove, ha aperto ed è saltato. Già profondamente turbato dalla morte di un giovane parente, deceduto l'anno scorso in un incidente stradale, il ragazzino avrebbe preso male il rimprovero della professoressa.

Ad accorgersi di ciò che stava accadendo è stato un compagno di classe che ha tentato di afferrarlo, ma inutilmente. Al momento, per gli inquirenti è difficile parlare di responsabilità e nessuna ipotesi di reato è stata ancora formulata. Le eventuali responsabilità potranno essere individuate solo una volta stabilita con certezza la dinamica degli eventi. A scuola, insegnanti e alunni hanno affrontato in maniera composta l'accaduto. I ragazzi, ai quali si è tentato di dare un supporto psicologico, sono rimasti in aula con professori e dirigente scolastico. Nella scuola è andata anche il sindaco di Coriano, Domenica Spinelli, che si è detta «vicina alla famiglia del ragazzo vittima dell'incidente». Spinelli ha contattato direttamente la madre del ragazzo, che ha confermato che risulta fuori pericolo. In una nota infine l'amministrazione comunale ha chiesto «per la tranquillità della famiglia, della scuola e dei compagni» il massimo riserbo.
Giovedì 28 Febbraio 2019, 14:21 - Ultimo aggiornamento: 28-02-2019 19:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP