Tiramisù, la coppa del mondo a due italiani: il trionfo (e le ricette) di Stefano Serafini ed Elena Bonali

Al primo il premio per la ricetta originale, alla seconda quello per la ricetta creativa (con prosciutto e melone)

Domenica 10 Ottobre 2021
Tiramisù, la coppa del mondo a due italiani: il trionfo di Stefano Serafini ed Elena Bonali

Non bastava il Mondiale di pasticceria. Il 2021 magico dell'Italia dei dolci (e dello sport, ci mancherebbe) ha due nuovi protagonisti: Stefano Serafini ed Elena Bonali. Sono i due trionfatori della Tiramisù World Cup, che altro non è che il Mondiale del dolce più amato di tutti. All'atto finale un dominio tutto tricolore, ma nel weekend erano oltre 200 i partecipanti arrivati da tutto il mondo. Al primo, gioielliere originario di Venezia e residente a Bassano del Grappa, il premio nella categoria "ricetta originale" del dolce (uova, zucchero, mascarpone, savoiardi, caffè e cacao); alla seconda, 52enne di Milano, la vittoria nella sfida di "ricetta creativa" con una versione con prosciutto e melone. Elena Bonali nella vita di tutti i giorni è anche un'insegnante di nuoto residente in Belgio a Braaschaat, vicino Anversa.

La zucca più grande del mondo è in Italia: pesa 1.226 kg, è record

Meghan Markle compie 40 anni: festa “ridotta” in California con party planner e torta floreale scelta da Harry

La ricetta creativa offriva la possibilità aggiungere fino a tre ingredienti con la sostituzione del biscotto. La finale della competizione si è svolta nella orangerie allestita in piazza dei Signori a Treviso. Per la ricetta originale, gli altri finalisti sono stati Elisa Orfei di Treviso, Nicola Ottaviani di Verona, vincitore anche del Premio Hausbrandt per la miglior valorizzazione dell'ingrediente caffè. Per la ricetta creativa sono giunti alla finale Erika Luis di Udine (cioccolato allo yuzu, pasta di nocciola), Barbara Marcon di Asolo (crema al pistacchio, lamponi e polvere d'oro).

Video

La Tiramisù World Cup 2021

I concorrenti della Tiramisù World Cup 2021 arrivavano oltre che dall'Italia anche da Francia, Spagna e da altri Paesi dell'Europa e del resto del mondo per un totale di 200 partecipanti. La competizione, dedicata a «Treviso e il Cinema», si è svolta nella orangerie allestita in piazza dei Signori a Treviso. 

I tiramisù sono stati valutati secondo l'esecuzione tecnica (l'organizzazione del tavolo, la pulizia, la gestione degli ingredienti, la capacità esecutiva), la presentazione estetica (che valuta l'aspetto, la disposizione del piatto, le decorazioni e la gradevolezza estetica finale), l'intensità gustativa (che valuta la forza e la permanenza in bocca dell'assaggio), l'equilibrio del piatto (che valuta l'equilibrio tra gli ingredienti utilizzati), la sapidità e l'armonia. Per l'intero fine settimana, in contemporanea con la gara, la possibilità di visitare i luoghi che sono stati teatro di film a Treviso.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 20:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA