Tony Fuochi, morto per Covid il doppiatore di Phoenix e Super Mario: fu la voce di Radio Padova

Tony Fuochi, morto per Covid il doppiatore di Phoenix e Super Mario: fu la voce di Radio Padova
Martedì 15 Febbraio 2022, 09:11 - Ultimo agg. 16 Febbraio, 08:33
3 Minuti di Lettura

Tony Fuochi, ex speaker di Radio Padova e doppiatore di Super Mario e Phoenix di "I Cavalieri dello Zodiaco", è morto ieri sera a 67 anni nella terapia intensiva dell’ospedale di via Giustiniani a Padova. Era malato di Covid e ricoverato dal 12 gennaio. Negli anni Ottanta fu famoso come la voce della notte di Radio Padova.

La notizia della morte di Tony Fuochi è stata diffusa soprattutto dalla pagina Facebook di Yamato Video, che ha sotto la propria etichetta molte delle opere doppiate da lui. 

Medico morto di Covid, la moglie: «Contagiato per salvare i suoi pazienti. E lo Stato ci abbandona»

La passione del doppiaggio

Tony Fuochi aveva dato la voce a tantissimi personaggi del mondo dell’animazione tra cui ricordiamo Lo Stregone del Toro (il pare di Chichi) in Dragon Ball, Z e Dragon Ball GT, House di Scuola di Polizia, Giovanni il malvagio capo del Team Rocket nella serie Pokémon, Zodd nella prima trasposizione animata di Berserk, Gol D. Roger e tanti altri personaggi in One Piece, e si potrebbe andare avanti all’infinito con una lista lunghissima di personaggi doppiati.

Anche il mondo dei videogiochi era un territorio in cui la sua voce è stata prestata molte volte, anche in produzioni celebri, come per esempio “God of War 3″ dove è stata la voce di Efesto, Master Yi nel gioco free-to-play della Riot “League of Legend“, Kleiver in “Jak 3”, Samael e Arso Consiglio in “Darksiders” e successivamente sempre Samael e Padre Corvo in “Darksiders 2”. E anche qui la lista potrebbe andare avanti ancora a lungo per i suoi ruoli in The Elder Scrolls 5: Skyrim, Infamous 1 e 2, Alan Wake, Dante’s Inferno, Destiny, Call of Duty: Black Ops 2, Killzone e tanti altri ancora.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA