Treno deragliato con un passeggero, schianto dopo 10 km senza macchinisti: erano scesi per una pausa

Mercoledì 19 Agosto 2020
Treno deragliato con un passeggero, schianto dopo 10 km senza macchinisti: erano scesi per una pausa

Quasi 10 km di viaggio dalla stazione di Paderno d'Adda (Lecco) a quella di Carnate (Monza e Brianza) senza personale di servizio a bordo prima di deragliare provocando il ferimento dell'unico passeggero presente nei vagoni. Il macchinista e il capotreno sono infatti scesi alla stazione di Paderno per concedersi una pausa, e il treno si è poi messo in moto, sfruttando probabilmente una leggera pendenza presente in quel tratto. Viaggiando a bassa velocità, è arrivato alla stazione successiva, dove è stato deviato dai tecnici di Rfi su un binario morto dove poi si è fermato. E c'è un giallo: macchinista e capotreno sono stati assistiti dall'Areu alla stazione di Paderno d'Adda dopo essersi provocati lievi ferite per cause ancora da accertare.

Auto travolta dal treno al passaggio a livello, muore la guidatrice. Un testimone: «Ho visto le sbarre alzarsi»

Più carrozze si sono rovesciate anche sulla viabilità ordinaria. Sul posto, insieme al 118, carabinieri e vigili del fuoco.

 

 

La ricostruzione

«Il treno 10776 è uscito dai binari in prossimità della stazione di Carnate Usmate. La circolazione è interrotta tra Monza e Carnate Usmate», si leggeva sul sito di Trenord dove era data notizia del treno deragliato. Sono 3 vagoni su 7 quelli deragliati all'ingresso della stazione. Il deragliamento è avvenuto in prossimità di uno scambio. Un vagone si è appoggiato al muro esterno che costeggia i binari. Sull'incidente indaga la Polfer. I due macchinisti e il passeggero che erano a bordo del treno 10776, comunica Trenord, sono «lievemente contusi». Tre carrozze del convoglio sono deragliate su un binario tronco». «L'unico viaggiatore presente a bordo - si legge nella nota di Trenord - è rimasto lievemente contuso, medicato sul posto dagli operatori di AREU e successivamente trasportato precauzionalmente in codice verde in ospedale. Lievemente contusi anche macchinista e capotreno». Le cause dell'incidente sono in corso di accertamento, conclude Trenord.
 

«Disastro colposo»

La Procura di Monza ha aperto un'inchiesta per disastro ferroviario colposo, al momento a carico di ignoti, sul deragliamento del treno regionale avvenuto stamani alla stazione di Carnate. L'inchiesta è coordinata dal pm Michele Trianni e dal procuratore capo Claudio Gittardi. Gli inquirenti attenderanno la relazione della Polfer, che sta facendo accertamenti sul caso, e poi eventualmente effettueranno le iscrizioni nel registro degli indagati.
 

I testimoni

È deviato su un binario morto, secondo i primi accertamenti dei vigili del fuoco e della polfer, il treno deragliato. Sul posto si vede come il treno, uscendo dai binari, abbia abbattuto il muro di cinta della stazione. Tanto spavento per gli abitanti e gli addetti dello studio medico adiacente al luogo del disastro. «Abbiamo sentito un boato e siamo usciti subito, pensavamo a un terremoto», racconta una dottoressa.

Ultimo aggiornamento: 19:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA