Turista si perde a Venezia e viene ritrovata 20 giorni dopo a Padova: la scoperta (casuale) dei carabinieri

La donna finlandese, 70 anni, dormiva su un marciapiede: non aveva denaro, documenti o telefono

Turista si perde a Venezia e viene ritrovata 20 giorni dopo a Padova: la scoperta (casuale) del carabinieri
Turista si perde a Venezia e viene ritrovata 20 giorni dopo a Padova: la scoperta (casuale) del carabinieri
Domenica 18 Settembre 2022, 14:48 - Ultimo agg. 19 Settembre, 14:08
2 Minuti di Lettura

Una storia, quasi un film. Una turista si era persa 20 giorni fa mentre era in visita a Venezia con il marito, poi la 70enne finlandese, è stata trovata a Padova. La vicenda ha del singolare non tanto per lo smarrimento in sé, la donna peraltro soffre di disturbi della memoria, ma per il lungo tempo intercorso tra sparizione e ritrovamento. La donna si sarebbe persa tra le calli veneziane e il marito ne ha subito segnalato la scomparsa alle forze dell'ordine. Le ricerche hanno dato esito negativo e l'uomo è tornato in patria in attesa di notizie. L'altra sera, a Padova, una pattuglia dei Carabinieri ha notato l'anziana che dormiva distesa su un marciapiede, non aveva denaro, documenti o telefono cellulare. I militari l'hanno avvicinata e in inglese sono riusciti a intuire che fosse una persona con problemi. Tutta la storia viene raccontata da Nuova Venezia e Mattino di Padova.

Escursionista disperso non risponde alle telefonate dei soccorritori: «Era un numero anonimo, pensavo fosse un call center»

Ladri rubano 200 salami ad Ancona. Ma il titolare li avverte: «Stagionatura non finita, attenti a mangiarli»

Portata in caserma ed identificata è stato avvisato il marito e mentre questi si organizzava per tornare in Italia la donna è stata affidata all'assistenza del personale e delle strutture dei servizi sociali padovani. Quindi, una volta giunto in Italia, il marito ha preso con sé la 70enne riportandola in patria. Tutto da scoprire come l'anziana abbia vissuto i 20 giorni praticamente abbandonata a se stessa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA