CORONAVIRUS

Covid, tre casi a Gaeta al reparto pescheria di Come il Mare: il link è quello di Formia

Martedì 15 Settembre 2020

Il sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano ha annunciato che ci sono tre nuovi contagiati città di Gaeta «che appartengono a una grande azienda di Gaeta, che è "Come il mare" dell'amico Damiano Magliozzi», specificando che i nuovi casi «il reparto pescheria e non il ristorante» perché il reparto pescheria ha avuto contatti con l'azienda Purificato di Formia chiusa lunedì dopo che il titolare è risultato positivo al Coronavirus. «Bisogna dare informazioni precise» ha detto Mitrano, specificando che  verrà allestito un drive in mobile a cui potrà accedere però solo chi sarà contattato e indirizzato lì dal Dipartimento di prevenzione della Asl.

Sul caso formiano è tornato anche il sindaco di Formia, Paola Villa: «Che giornata assurda ieri - ha scritto su Fb - Fake news, maldicenze, cattiverie, stupidaggini, allarmismi, manipolazioni. Ringrazio l'Asl con la quale stiamo lavorando in sinergia, con la quale in 2 ore abbiamo organizzato il Drive In per rendere tutto più veloce e semplice, con la quale abbiamo affrontato le criticità di un ospedale che tra centralino e pronto soccorso ha dovuto rispondere a tutte le stupidaggini inventate». Il riferimento è alla notizia circolata sui social che Formia stesse per essere dichiarata zona rossa. «Una bufala» aveva subito sottolineato anche la Regione spiegando che non era in preparazione alcuna ordinanza. 

La Villa ha anche ringraziato «gli esercizi commerciali coinvolti, che con santa pazienza hanno dovuto smentire e non bastava avere le già tante preoccupazioni economiche, bisognava anche affrontare la tanta stupidità umana. Ringrazio quanti tra forze dell'ordine e centralino del Comune hanno dovuto smentire, spiegare e soprattutto tranquillizzare per diverse ore. La mia vicinanza a
Sabrina Chinappi che è e continua a stare in contatto con me, in ogni ora del giorno e della notte, che è stata massacrata da domande e pretese, un abbraccio a lei e a tutta la sua famiglia»

© RIPRODUZIONE RISERVATA